Spoletini all’estero: Tommaso Laureti imprenditore in Australia

  • Letto 2185
  • Storia di un giovane spoletino e del suo locale a Perth – foto

    (DMN) – Spoletini all’estero vola oltre oceano questa settimana e torna in Australia per conoscere qualche dettaglio della vita del nostro concittadino Tommaso Laureti.

    Buongiorno Tommaso, sappiamo che ti trovi a Perth, in Australia e gestisci un caffè  e pizza shop. Come sei arrivato fin qui? Come procede la tua attività?

    Sono arrivato qui in Australia molto presto, diciamo che lo studio non faceva proprio per me!
    Volevo cambiare aria, fare nuove esperienze, imparare l’inglese e stimolare la mia voglia di avventura.
    Mio zio aveva degli amici australiani di lunga data e così, dopo una loro vacanza in Italia e dopo averli conosciuti, mi sono convinto che Perth potesse essere una meta interessante e sono partito.
    Così 7 anni fa, nel 2012, è iniziata la mia esperienza nella ristorazione.
    Ho fatto il cameriere e il “tuttofare” in tantissimi ristoranti diversi fino ad arrivare allo scorso anno quando ho avuto la fortuna di incontrare e conoscere quello che poi sarebbe diventato un grande amico e in un secondo momento socio in affari, Nino La Verghetta.
    Nino infatti mi ha offerto l’opportunità di lavorare come manager del suo ristorante italiano il “Pappagallo”, votato tra i migliori in assoluto dell’ Australia Occidentale e dopo questa esperienza fantastica e formativa, abbiamo deciso di metterci in società e di aprire il locale “Teglia Romana”.
    Seppur ancora molto giovane, il locale sta già dando ad entrambi belle soddisfazioni.
    Il primo periodo di rodaggio per farlo partire è stato molto faticoso e ci sono ancora cose da fare, ma l’attività sta andando molto bene e sono sicuro che con impegno e dedizione andrà sempre
    meglio. Sono soddisfatto!

    Complimenti per il tuo percorso e per la tua capacità imprenditoriale! L’ Australia è sempre più spesso meta di giovani in cerca di fortuna, come vedi l’economia australiana di questi anni? È in grado veramente di assorbire tutta questa richiesta di lavoro dall’estero?

    L’economia australiana e il PIL crescono di percentuale ogni anno, è dal 1991 che il paese non conosce recessione e questo anche grazie ai numerosi immigrati provenienti da tantissime zone del mondo.
    Certo il boom migratorio dell’ultimo decennio qui in Australia ha reso le condizioni e le procedure molto più complicate per chi vuole trasferirsi e vuole ottenere un visto, ma nonostante questo è comunque possibile farlo.
    L’ Australia è un paese giovane e dinamico e la sua economia ancora fortemente in crescita e sviluppo, ci sono molte opportunità.
    Questo non vuol dire che sia semplice trasferirsi qui per lavorare o aprire una propria attività, ma con grandi sacrifici e spirito d’iniziativa, diventa fattibile.

    Australia e Italia. Quali differenze nel gestire un’attività commerciale tra queste due nazioni?

    Come dicevo prima, l’Australia rispetto all’ Italia è un paese più giovane e più dinamico, fortemente incentrato sullo sviluppo imprenditoriale.
    Sicuramente c’è meno burocrazia con cui dover fare i conti e ci sono più opportunità e possibilità.
    C’è grande apertura mentale tra la gente e anche la cultura italiana in generale è molto apprezzata e amata.

    Grazie per le informazioni dettagliate Tommaso, ora raccontaci un po’ di te.
    Ti sei ambientato nella quotidianità australiana? Come vivi il tuo tempo libero qui?

    Dopo 7 anni qui devo dire che mi sono completamente ambientato e che Perth è diventata la mia seconda casa.
    Ci sono stati e ci saranno momenti difficili certo, ma qui mi sono subito sentito accolto e “adottato”.
    Ho molti amici e anche se negli ultimi periodi il lavoro ha assorbito ancora più del mio tempo, quando posso vado a rilassarmi in spiaggia e la sera vado a divertirmi nei numerosi locali della città.
    A volte lavoro anche come deejay, una mia grande passione!

    Un paese dalle mille sfaccettature l’Australia, molte delle quali stiamo conoscendo grazie ai racconti di voi giovani che vi siete avventurati qui.
    Qualcosa dell’Italia e di Spoleto in particolare ti mancherà sicuramente, raccontaci.

    Assolutamente si!
    Nonostante mi trovi molto bene qui, questo non vuol dire che ogni giorno non debba fare i conti con la nostalgia e i sacrifici che comporta lo stare lontano da casa e dal mio paese.
    Mi mancano la mia famiglia, gli amici con cui sono cresciuto, la bellezza dei nostri luoghi e la cucina di nonna Rina!

    Chiudiamo Tommaso con una domanda di rito. Progetti per il futuro? Rientro in Italia o permanenza all’estero?

    Non voglio fare progetti a lungo termine, mi piace rimanere libero da vincoli troppo stretti e in parte farmi stupire e sorprendere da quello che potrà succedere “lungo la via”.
    Sicuramente ora sono molto concentrato sulla mia attività, che voglio sviluppare al
    meglio e fare crescere giorno per giorno, quindi la permanenza qui in Australia è d’obbligo.
    Poi chissà, magari tra qualche anno ci rivedremo in Italia!

    Alessio Cao – Due Mondi News

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    SevenSpò, per due giorni Spoleto sarà capitale del rugby - Due Mondi News - Arcobaleno Sport 2019-06-15 09:50:15
    […] SevenSpò, per due giorni Spoleto sarà capitale del rugby  Due Mondi News […]
    Federico 2019-06-08 17:54:39
    La meraviglia della tua arte narra il tuo nobile sentimento la tua bellezza esteriore e l'intelletto per distinguersi da chi.....
    Spoleto, lunedì la presentazione del progetto di riqualificazione del Circolo Tennis - Due Mondi News - Arcobaleno Sport 2019-06-07 14:50:56
    […] Spoleto, lunedì la presentazione del progetto di riqualificazione del Circolo Tennis  Due Mondi News […]
    carlo 2019-06-03 18:09:02
    se la cantano e se la sonano sempre fra di loro...i preti e le monache si fanno santi...i poliziotti e.....
    casa rossa 2019-05-28 08:58:29
    Lostato della città lo raccontano i numeri, a Spoleto ha votato il 55 % degli elettori, in Umbria il 69.....