“Siamo fieri del nostro percorso, soddisfatti per aver utilizzato i canali istituzionali, e per aver dialogato in modo costruttivo con la Regione”

  • Letto 1211
  • Nuovo comunicato stampa dei dieci consiglieri comunali sulla vicenda ospedale

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Siamo fieri del nostro percorso, soddisfatti per aver utilizzato i canali istituzionali, e per aver dialogato in modo costruttivo con la Regione. Oggi la governatrice Tesei ha approvato un atto che impegna la regione a ripristinare, una volta finita l’emergenza, all’ospedale San Matteo degli Infermi, gli stessi servizi e reparti, che lo stesso aveva prima del covid.

    Ovviamente ringraziamo tutti coloro che si sono attivati come noi e continueranno a farlo in difesa dell’ospedale.
    Ad emergenza terminata, non solo faremo attenzione per assicurarci che tutto ciò avvenga, ma ci impegneremo nel frattempo affinchè alcuni reparti diventino in futuro un’ eccellenza per il nostro territorio e non solo.

    I consiglieri
    Settimi Roberto, Ilaria Frascarelli, Gianmarco Profili, Paola Santirosi, Antonio Di Cintio, Cesare Loretoni, Riccardo Fedeli, Stefano Proietti, Stefano Polinori, Marina Morelli

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....