Raccolta differenziata a Spoleto: dati in crescita

L’assessore Cretoni: «C’è ancora molto da fare, ma i risultati che stiamo ottenendo, anche attraverso il miglioramento del servizio di raccolta differenziata porta a porta ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta»

Migliorano i dati relativi alla raccolta differenziata nel Comune di Spoleto. I numeri registrati nel primo quadrimestre del 2019, ossia fino al 30 aprile, hanno fatto registrare un incremento percentuale pari all’8.2% rispetto al 2018.

La notizia è stata data questa mattina nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo comunale alla presenza del Sindaco Umberto de Augustinis, dell’assessore con delega alle partecipate Alessandro Cretoni, del Presidente della Valle Umbra Servizi Lamberto Dolci e del Direttore Generale VUS Walter Rossi.

Con una percentuale di raccolta differenziata arrivata al 56%, dopo un 2018 chiuso con il 47.8%, la VUS si prepara ad implementare, entro il mese di luglio, anche il servizio porta a porta. Saranno infatti 3.200 le utenze che, tra San Martino in Trignano, Baiano e San Giovanni di Baiano, verranno servite dalla raccolta dell’organico e dell’indifferenziato, che si andrà ad aggiungere al porta a porta già attivo per carta e plastica.

“C’è ancora molto da fare, ma i risultati che stiamo ottenendo, anche attraverso il miglioramento del servizio di raccolta differenziata porta a porta ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta – sono state le parole dell’assessore Cretoni in apertura di conferenza – Stiamo lavorando bene anche sul fronte dell’educazione ambientale e della sensibilizzazione all’interno delle scuole, prova ne è il premio ottenuto dai ragazzi della scuola media “Dante Alighieri” che hanno partecipato al Corepla School Contest”.

Presenti in conferenza stampa anche gli studenti della classe III B che, insieme ai docenti Luciana Buscaglia, Eloisa Giannantoni e Maria Adele Abrogioni (oggi accompagnati dalla dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Spoleto 1 Alessia Marini) si sono classificati primi in Umbria e secondi a livello nazionale (oltre 500 le classi partecipanti per un totale di 10.700 ragazzi e ragazze) lavorando sul tema della raccolta differenziata e del riciclo degli imballaggi in plastica.

“Avete fatto un percorso importante – ha dichiarato il Sindaco de Augustinis rivolgendosi agli studenti – Abbiamo bisogno di rimettere in asse il nostro sistema, dando ciascuno il proprio contributo, perché l’ambiente che abbiamo intorno è il nostro e abbiamo il dovere di preservarlo.
La corretta gestione dei rifiuti rappresenta una bellissima scommessa, che in altri paesi europei è stata già vinta. Dobbiamo riuscirci anche noi a Spoleto, trasformando finalmente i rifiuti in risorse”.

“Siate pronti, studiate, acquisite competenze perché nel vostro futuro questo sarà sempre più importante – è stato l’intervento del Presidente VUS Dolci – Cercheremo di organizzare un incontro per mostrarvi come da 40.000 tonnellate di organico riusciamo a produrre 4 milioni di metri cubi di gas. Dobbiamo costruire il futuro partendo da fatti come questo e dobbiamo farlo con il vostro aiuto”.

“Dobbiamo ridurre il consumo di plastica – ha dichiarato il direttore generale VUS Walter Rossi – in questi dieci anni, ossia dal 2009 a oggi, attraverso le nostre fontanelle a piazza D’Armi e a San Giacomo abbiamo erogato 8.500.000 litri di acqua, con una diminuzione del consumo di plastica pari a 270 tonnellate. Dobbiamo migliorare, continuando però in questa direzione e cercando sul territorio il massimo coinvolgimento di tutti i soggetti interessati”.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Andrea 2019-10-18 13:37:56
Una persona che quando parla si capisce cosa dice, peccato che non si candidi lei a rappresentare l'Umbria e Spoleto......
Sonia Comessatii 2019-10-15 22:00:10
Non mi sembra un atto serio e circostanziato se non fanno il nome dell'assessore competente. Chi è? Lavori pubblici? Scuola?
Stefano Conti 2019-10-15 17:08:07
prima la cina con brunini e poi non si è fatto niente, poi dovevano salvare la minerva e anche li.....
Anna 2019-10-09 23:42:41
Buonasera volevo informarvi che il cognome Non bellomo ma belluomo riferendomi al articolo sul artista corrado belluomo.
Marco Morichini 2019-10-08 22:50:46
Spero che la notizia del raddoppio ferroviario Terni-Spoleto non sia solo campagna elettorale!