Online il sondaggio promosso dalla Uilcom sullo Smartworking

  • Letto 177
  • Pochi clik per rispondere al semplice questionario

    Smart working o telelavoro? L’emergenza COVID-19 ci ha abituati ad una forma di lavoro a distanza che poco ha a che fare con il lavoro agile della legge n. 81/2017 e molto invece con il telelavoro.
    Il prossimo 15 ottobre termina il periodo emergenziale, il lavoro tornerà sui binari della normalità.Già da lunedì 21 settembre la Uilcom promuove a livello nazionale un questionario da compilare on line.

    Obiettivo raccogliere quante più esperienze possibili legate allo smartworking.

    La compilazione del questionario è semplice , non più di10 minuti per redarlo ed il risultato sarà utile per siglare o perfezionare gli accordi sullo SW, tenendo presente le impressioni e i suggerimenti arrivati non solo dagli iscritti al sindacato
    Tutto il questionario sarà totalmente anonimo

    Ecco il link per il questionario
    https://it.surveymonkey.com/r/UILCOM_SmartSurvey

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2020-10-29 09:13:13
    SENZA VERGOGNA. La Destra si "intorcina" tra facce impresentabili e ipocrisie sconfinate. I due signori rappresentanti dell'estrema Destra umbra che.....
    Paolo 2020-10-25 10:49:21
    Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....
    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....