Nuova vigilessa a Campello sul Clitunno

É la spoletina Marika Flavi

La Polizia Municipale di Campello sul Clitunno può contare su una nuova vigilessa: la spoletina Marika Flavi.

Meno di un anno fa – si legge in un post sulla pagina Facebook ufficiale del Comune – abbiamo accolto con entusiasmo il nuovo Comandante dei Vigili, dott. Fabio Rapastella. Adesso aggiungiamo nuove forze a sostegno della vigilanza del territorio da affiancare al Comandante.
Da ieri nella nostra famiglia è arrivata anche la dott.ssa Marika Flavi che dopo una lunga selezione fatta di diverse prove teoriche, tecniche e fisiche ha superato brillantemente la fase selettiva svolta dal nostro ente congiuntamente con il comune di Spoleto.
Marika ha scelto Campello sul Clitunno.

Alla nuova arrivata, che ha già dimostrato spirito di adattamento e disponibilità, il Sindaco Maurizio Calisti e l’amministrazione comunale fanno i migliori auguri.
L’Area di Vigilanza è molto importante per il nostro territorio e per la gestione di tutte le pratiche afferenti all’ambito della sorveglianza, del commercio, della viabilità e della sicurezza dei cittadini.
L’arrivo di un’altra persona preparata e disponibile come Marika ci rende davvero orgogliosi.
Ben arrivata Marika e Buon Lavoro Vigili.
Siamo fieri di voi.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Caterina 2021-07-25 00:18:57
E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
carlo 2021-06-16 11:54:36
Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.
carlo 2021-06-11 16:33:03
Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....