Nessun confronto con il sindaco, i sindacati: “Organizzeremo una manifestazione davanti al Comune “

  • Letto 429
  • Bravi e Cerasini (SPI-CGIL): “Non siamo piu’ disponibili ai silenzi e alle prese in giro!”

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Spoleto, una delle piu’ importanti città dell’Umbria, vive un profondo processo di trasformazione. Non c’è solo una profonda crisi industriale e occupazionale, ma anche un cambiamento notevole del tessuto sociale. Facciamo parlare i dati (elaborati come SPI CGIL su fonti INPS e ISTAT). Intanto la popolazione complessiva, che in 10 anni (2009-2019) è passata dai 39.164 abitanti del 2009 ai 37.855 abitanti del 2019 con una perdita pari a -3.3%. Gli stranieri residenti a Spoleto sono passati dai 3.380 del 2009 ai 4.058 del 2019, con un aumento pari a +20.1%. Ma l’elemento piu’ rilevante in questo processo è rappresentato dal progressivo e consistente invecchiamento della popolazione spoletina. Infatti l’indice di vecchiaia (che indica il rapporto tra popolazione ultra65 enne e quella al di sotto dei 15anni) è passata da 213 nel 2009 a 240,4 nel 2019. C’è da sottolineare che questo processo di invecchiamento è molto piu’ forte di quello che succede in Umbria (198) e in Italia (163).

    Non a caso a Spoleto la popolazione ultra65enne arriva al 27,9% nel 2019 ed era del 25,3% nel 2009.Altissima anche la percentuale di ultra 80enni:9,3% nel 2019, mentre era del 8,2% nel 2009.
    Viceversa il tasso di natalità crolla passando dal 8.6% del 2009 al 5,8% del 2019.
    A questo si affianca il dato di pensioni e redditi bassi. L’importo medio delle pensioni di vecchiaia e’ di 1.120 euro lordi mensili ,inferiori del 5% rispetto alla media nazionale, cosi’ come il reddito medio annuo è pari a 18.490 euro, inferiore alla media nazionale che è pari a 19.905 euro.
    Tutto questo dimostra da una parte l’esigenza di una discussione, di un confronto e di un iniziativa, per costruire un progetto che affronti tale situazione, evitando di mettere la testa sotto la sabbia. La popolazione anziana,infatti, ha bisogno di risposte sul terreno socio- sanitaria e della non autosufficienza.
    Anche per questo da tempo abbiamo chiesto al sindaco De Augustinis che si apra un confronto con tutte le forze sociali! E’ proprio il caso di dire: SE NON ORA QUANDO? Se continuassero i silenzi e rinvii proporremo a tutte le altre organizzazioni di organizzare un presidio davanti al Municipio di Spoleto entro il 15 giugno (ovviamente rispettando le regole sui distanziamenti)! e non ci si dica che l’emergenza COVID 19 impedisce il confronto! siamo disponibili sia al confronto da remoto che in quello della sede municipale, ovviamente opportunamente distanziati! Non siamo piu’ disponibili ai silenzi e alle prese in giro! E’ opportuno che tutti lo sappiano!

    Spoleto, li 30 Maggio 2020.

    MARIO BRAVI  

    Segr.gen.SPI -CGIL Provinciale

    LADISLAO CERASINI

    Segretario Lega SPI- CGIL Spoleto

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
    Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
    Paolo 2020-06-30 22:54:58
    Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
    Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
    Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
    Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
    Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
    Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....