La Spoleto International Dance Competition alla fase finale

  • Letto 663
  • in arrivo l’étoile Rebecca Bianchi per il gran gala al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti , sabato 13 aprile ore 20:30

    Dopo due giorni di selezioni si è arrivati alla fase finale del Concorso Internazionale di Danza Città di Spoleto che culminerà con il Galà dei Vincitori, in programma sabato 13 aprile al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti.
    Intenso il lavoro della giuria, presieduta da Maria Grazia Garofoli, già étoile del Teatro la Fenice di Venezia e composta da prestigiosi direttori artistici di Accademie e Teatri di tutto i mondo. Ai danzatori solisti, si sono aggiunti, nella seconda giornata di concorso, anche i gruppi che hanno affollato gli spazi del teatro e della città. Prove, lezioni e audizioni hanno costituito il ricchissimo programma della manifestazione che da martedi scorso vede impegnata l’organizzazione dalla mattina fino a tarda sera per far sì che tutto funzioni al meglio e che è l’unica in Italia a far parte della Federazione che racchiude i 17 Concorsi di Danza più prestigiosi al mondo.

    Anche il programma del Gala di sabato è particolarmente ricco. Verranno premiati i vincitori che potranno esibirsi con i loro cavalli di battaglia e verrà assegnato il Gran Prix Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto che lo scorso anno è andato all’italiano Matteo Andrioli e alla giapponese Sumiyama Mio e che in passato tanta fortuna ha portato a Alessio Carbone, attuale primo ballerino all’Operà di Parigi e a Timofej Andrijashenko e Claudio Coviello, oggi primi ballerini al Teatro alla Scala di Milano, solo per citarne alcuni.
    Sara Zuccari, direttore del Giornaledelladanza.com e critico per l’Espresso di Repubblica, assegnerà, il Premio della critica, da lei stessa istituito 8 anni fa, e numerose borse di studio saranno, come sempre, consegnate nel corso della serata. Tra le novità di quest’anno il Premio Gino Tani per le Arti dello Spettacolo che sarà consegnato da Emanuela Tani, figlia del compianto critico, storico e giornalista di danza, all’étoile del Teatro dell’Opera di Roma Rebecca Bianchi. Il riconoscimento, riportato in auge dopo 13 anni di silenzio, grazie all’interessamento del Direttore Generale del Concorso di Spoleto Paolo Boncompagni, al Direttore Artistico Irina Kashkova e a Sara Zuccari. La Bianchi omaggerà il pubblico del Teatro Nuovo Menotti danzando il Pipistrello di Roland Petit accompagnata da Michele Satriano.
    Infine, ad impreziosire il Galà, direttamente dal COB, Compagnia Opus Ballet di Firenze, Jennifer Rosati e Lorenzo di Rocco che danzeranno la coreografia di Loris Petrillo Il bianco nel mezzo.
    Nell’attesa della serata di Gala, presso il Caffè Letterario di Palazzo Mauri, è possibile visitare la mostra (ri)TRATTI di SCATTO, con le fotografie di Federica Boncompagni e i quadri di Claudia Micheli, entrambe danzatrici e compagne di studi all’Accademia Nazionale di Danza di Roma. L’ingresso alla mostra è libero mentre per acquistare i biglietti del Gala è possibile recarsi presso il botteghino del Teatro Nuovo di Spoleto, venerdi pomeriggio, sabato mattina e pomeriggio.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2020-10-29 09:13:13
    SENZA VERGOGNA. La Destra si "intorcina" tra facce impresentabili e ipocrisie sconfinate. I due signori rappresentanti dell'estrema Destra umbra che.....
    Paolo 2020-10-25 10:49:21
    Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....
    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....