La MaMa Spoleto Open, conclusa la prima settimana si ricomincia da martedì 9 luglio

La Mama Spoleto Open 2024, conclude la prima settimana di eventi all’interno del Creative Hub Cantiere Oberdan con cinque produzione che abbracciano la pluralità di linguaggi artistici mantenendo quella promessa, insita nella mission di La Mama Umbria International,  tirando un bilancio estremamente positivo anche sulla nuova sezione La Mama KIDS che ha riscosso il successo sperato.

Un susseguirsi di SOLD OUT ha dato conferma di un lavoro lungo e profondo sulla costruzione di un cartellone 2024 che potesse intrecciarsi intelligentemente con quello del Festival di Spoleto costruendo, però, un’identità riconoscibile ed evidentemente vincente.

Dalle suggestioni di “IL MARE CUSTODISCE” di Asfhin Varjavandi (INC Inn progress Collective) all’indagine sociale di “HIKIKOMORI” di Vito Alfarano (AlphaZTL), attraversando le visioni di “2 SOLI E 1 PASSO A DUE” di Elia Pangaro, Alexander De Vries e Matilde Tommasini (Darlingbuds), per approdare alla prepotente ribellione di “IN THE NIGHTINGALE I ENVY THE FATE” dei Motus e concludere con la poetica retrò di “MARIONETTE IN CERCA DI MANIPOLAZIONE”, di Teatro Alegre, la prima settimana si conclude con un bilancio che, superando le aspettative, ricarica di energie per affondare le mani nei prossimi, straordinari, spettacoli. 

Intorno al cartellone, molti i progetti collaterali che hanno sostenuto e ampliato un programma già variegato: La Mama L@B con la partecipazione di numerosi perfomers del territorio ai quali è stata data l’opportunità di formazione con alcuni dei coreografi in cartellone, progetto fortemente apprezzato al punto da diventare primo mattone per la costruzione di occasioni più corpose e durature; gli aperitivi a cura di Art Cafè con le incursioni di artisti che hanno dato quel sapore conviviale e di familiarità che è tipico dell’atmosfera di La Mama Umbria; “ENTER THE BOSCO”, l’installazione interattiva a cura del collettivo SoQQuadra, costruita site specific all’ingresso del Creative Hub Cantiere Oberdan che ha aperto una finestra sui ricordi e le suggestioni di uomini e donne nel loro rapporto con il mondo naturale; il progetto “BEI RICORDI”, una serata evento in cui si susseguono performance diverse, tra musica, danza, teatro, cabaret, uno show di varietà a cura di Emma Scalzona e Marcello Caporiccio ospitato alla Biblioteca Comunale in occasione del progetto “BiblYou – Giovani in Biblioteca”.

Iniziamo la nuova ed ultima settimana di La Mama Spoleto Open 2024 con l’allestimento di un nuovo spazio, L’Auditorium della Stella, dove andranno in scena le due produzioni Internazionali, “KOREAN RHAPSODY” una trilogia composta da “USELESS MORE” di MoreZmin, “PORTRAIT” di Heejong Im e Chrom Ham e “NAMWON SWORD DANCE” di Seong Hyeonkyeom, in scena il 9 Luglio alle 21:30, tre progetti performativi che aprono una finestra su una tradizione artistica ricca di misticismo e al tempo stesso pregna di contemporaneità.

Secondo progetto di matrice Internazionale è KOREAN PHAPSODY “MUSICAL VIGNETTES: THE VOYAGE” con Singing Actors Repertory e Los Angeles Laptop Collective, di Byungkoo Ahn, in scena il 10 e 11 Luglio alle 21:30 sempre all’Auditorum della Stella, preceduti da un recital accattivante della soprano Jayoung Jeong e della mezzo-soprano Kyung Ah Kang, sempre nella cornice dell’Auditorium della Stella, alle ore 18:00 del 10 e 11 Luglio, una pièce di teatro musicale che unisce musica lirica tradizionale e contemporanea in un progetto artistico che esplora diversi linguaggi e medium, in un viaggio onirico che rompe barriere e differenze culturali.

A seguire La Mama Spoleto Open 2024 tornerà ad aprire le porte del cantiere Oberdan con gli ultimi due progetti artistici, il primo, “A SOLO IN THE SPOTLIGHTS” di Vittorio Pagani, in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, un solo ironico e malinconico sulla condizione del performer attraverso le storie dei grandi personaggi e dei loro celebri interpreti, in scena il 12 Luglio alle ore 21:30.

Si chiude il cartellone di questa edizione 2024, con l’ultimo progetto della sezione KIDS dal titolo “C’ERA DUE VOLTE”, di Palazzina Zero, un collettivo indipendente, il cui lavoro  narra le vicende, tratte dall’ intricata fiaba di Gianni Rodari, colorandole di equivoci, ironia e poesia, in scena al Cantiere Oberdan il 13 Luglio alle ore 17:00 e il 14 Luglio alle ore 16:00. Allo spettacolo si aggiunge un prezioso laboratorio per bambin* “ECCO IL TUO FUOCO” a cura di Teatro SEMENTI, con Beatrice Leonardi e Giorgia Fagotto Fiorentini, il 14 Luglio alle ore 11:00 presso il Creative Hub Cantiere Oberdan.

“Siamo usciti con un post, qualche tempo fa, in cui esordivamo con un -abbiamo lavorato tanto-” racconta Adriana Garbagnati, direttrice artistica di La Mama Umbria International alla fine dell’ultima replica di Marionette in cerca di Manipolazione “ Sono orgogliosa del successo che tutta la squadra sta ottenendo e  dei rappporti artistici, ma soprattutto umani, che abbiamo avuto modo di tessere in questa prima settimana di La Mama Spoleto Open”.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Carlo neri 2024-07-06 09:48:20
La trave nel....l'occhio altrui è sempre una pagliuzza.
Aurelio Fabiani 2024-07-04 18:04:00
Chiunque incontri la Tesei e non rivendichi la riapertura immediata di tutti i reparti del San Matteo chiusi nel 2020,.....
Carlo neri 2024-06-30 17:36:48
Bocci senza lo sponsor Comune di Spoleto/PD farebbe la fame.
Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
Alex 2024-04-20 21:19:21
Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....