La Lega dice no alla chiusura della filiale del Banco Desio di Castel Ritaldi

  • Letto 656
  • Lo sostengono a gran voce il vice sindaco Fabio Scarponi, l’assessore Francesco Salvatori Ficoli e gli esponenti territoriali

    La Lega dice no alla chiusura della filiale del Banco Desio di Castel Ritaldi”. Lo sostengono a gran voce il vice sindaco Fabio Scarponi, l’assessore Francesco Salvatori Ficoli e gli esponenti territoriali, militanti e sostenitori che, stretti intorno all’ amministrazione comunale, si muoveranno per cercare di trovare una soluzione positiva a questa inaccettabile decisione.

    “Gli abitanti di Castel Ritaldi – prosegue la nota della Lega – non devono essere danneggiati da logiche societarie che non tengono conto delle persone ma solo del pprofitto.
    La chiusura dello sportello attualmente operativo nel Comune di Castel Ritaldi era stata annunciata venerdì dove era emersa la preoccupazione di tutta la comunità e dei territori confinanti, che usufruiscono dei servizi della banca.
    Questo sportello è infatti l’unico sul territorio e rappresenta un servizio importante per le fasce più deboli come gli anziani che faticano a raggiungere sportelli in località più lontane”.

    Immagine di archivio 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2021-04-29 20:27:17
    NON È COL QUALUNQUISMO CHE SI SALVA L'OSPEDALE DI SPOLETO E LA SANITÀ PUBBLICA. Col qualunquismo si riciclano solo i.....
    Andreas Müller 2021-04-26 21:27:06
    Viele Grüße aus Deutschland für deine Musik!
    carlo 2021-04-10 17:38:23
    Me sta bene tutto, ma tocca esse 'mbriachi o camminare con la testa tra le nuvole. meglio che se ne.....
    Le ceneri di Gramsci 2021-04-05 14:08:06
    La lettura del comunicato del PD rappresenta, per chi fosse un vecchio simpatizzante, un vero insulto alla tradizione di un.....
    Zorro 2021-04-03 10:46:44
    Questi sono i cosiddetti civici volontari...o meglio i dott.vinavil....che vergogna solidarietà al dott marco trippetti!