International Dance Competition Spoleto, il grande ritorno

  • Letto 273
  • Dal 17 al 22 luglio il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti ospiterà la 29esima edizione

    Torna a Spoleto la danza e lo fa in grande stile con la 29esima edizione dell’International Dance Competition, unico in Italia a far parte della Federazione Internazionale dei Concorsi di Danza, che racchiude le competizioni coreutiche migliori al mondo, tra cui quelle di Varna, New York, Losanna, Jacksonville.
    Rigorosamente in presenza e con il patrocinio del Comune di Spoleto, l’International Dance Competition riporterà sul palcoscenico del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti giovani ballerini in cerca di affermazione, esperienza e formazione.
    L’evento, che ruota intorno al Concorso, si arricchisce ogni anno di iniziative, premi, occasioni e momenti unici di cui i partecipanti possono godere, come le masterclass tenute da insegnanti di tecnica classica e moderna a disposizione dei ragazzi (anche di quelli eliminati nelle varie fasi del concorso) per tutta la durata della manifestazione. Danza Chi Come e Perché sarà il nuovo appuntamento, guidato e ideato da Sara Zuccari, che incontrerà i giovani partecipanti del concorso, prima delle lezioni di classico tenute dal maestro Francesco Ventriglia e di contemporaneo con il maestro Lukas Timulac. Sarà un momento di riflessione, discussione e confronto di storia della danza e storia di vita, una chiacchierata a più voci, per aiutare i ragazzi a capire il mondo della danza non solo tecnicamente ma anche culturalmente. L’evento sarà trasmesso in diretta live Facebook sulla pagina del Giornale della Danza, la prima testata giornalistica online in Italia di settore.
    Il livello dei partecipanti è sempre stato molto alto, lo dimostrano la giuria internazionale, le numerose borse di studio assegnate, le carriere di molti vincitori del Concorso di Spoleto che oggi ricoprono ruoli importanti nel panorama coreutico italiano e non solo.

    E la città attende con ansia la manifestazione che, per via dell’epidemia sanitaria mondiale, lo scorso anno non si è potuta tenere e che, per lo stesso motivo, quest’anno strizza l’occhio alle accademie e alle scuole italiane che potranno raggiungere Spoleto senza le restrizioni imposte da alcune nazioni estere.
    Internazionale sarà per la giuria del Concorso che dal 2021 è gemellato con la competizione cinese International Dance Competition Spoleto – China.
    Irina Kashkova – Direttore Artistico
    Stiamo definendo la Giuria di questa edizione poichè alcuni membri che hanno confermato da mesi la loro partecipazione trovano difficoltà a spostarsi dal loro paese. Sicuramente saranno con noi Maria Grazia Garofoli, Presidente di Giuria, già étoile del Teatro La Fenice di Venezia e Direttore del Corpo di Ballo dell’Arena di Verona, Lukas Timulak, coreografo di fama internazionale, Francesco Ventriglia, Adjunto a la directión artística del Ballet Nacional Sodre, Uruguay, e Direttore Artistico del Sidney Choreographic Center, Oleksy Bessmertni, Direttore dell’Accademia Nazionale di Danza di Kiev e General Manager del concorso Tanzolymp di Berlino, Sara Zuccari, giornalista, storico, critico di danza, direttore del Giornale della Danza, ideatrice e Presidente della giuria che assegna il “Premio della critica”, premio che è stato ideato per il Concorso di Spoleto e che poi tutti hanno copiato. Ospiti per la serata di gala Margherita Parrilla, in rappresentanza dell’International Federation Ballet Competition, Petra Conti Principal guest dancer del Los Angeles Ballet e Giordana Granata, dal Teatro alla Scala di Milano che eseguirà un pas de deux con Gabriele Fornaciari, vincitore del Grand Prix Fondazione Carispo 2019.
    Paolo Boncompagni – Direttore Generale.
    I vincitori delle passate edizioni oggi calcano palcoscenici mondiali e ci auguriamo che anche questa 29esima kermesse, sebbene costretta ad una nuova forma dalla pandemia, possa essere ricca di belle sorprese. L’abbiamo voluta in presenza, nel rispetto di tutte le normative imposte dal Governo, perché la danza è emozione pura e deve essere vissuta da vicino, non attraverso uno schermo. Siamo dunque certi che anche l’evento 2021 sarà riconosciuto, dai partecipanti e dalla città, di grande spessore e soddisfazione.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.
    carlo 2021-06-11 16:33:03
    Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....