Incontro Regione – Confcommercio per definire nuove prospettive di rilancio dell’area di Spoleto

  • Letto 478
  • A giugno un evento per focalizzare le priorità di intervento

    Delineare nuove prospettive di sviluppo per Spoleto e invertire il processo di progressivo impoverimento dell’economia locale: è stato il tema del confronto, franco ma costruttivo, che ha visto di fronte la presidente della Regione Donatella Tesei e una delegazione Confcommercio composta dal presidente regionale Giorgio Mencaroni, da una rappresentanza di Confcommercio Spoleto guidata dal presidente Tommaso Barbanera e composta dal vice presidente Parmegiani e dai consiglieri Orazi e Filippi, dal direttore e vice direttore Vasco Gargaglia e Federico Fiorucci.
    L’associazione del terziario, che aveva sollecitato l’incontro, ha chiesto un impegno congiunto della Regione, insieme alle istituzioni locali e agli altri attori, per risollevare un territorio che nel tempo ha perso diverse centinaia di residenti, ha visto chiudere numerose imprese, ha subito un depotenziamento di servizi. Una situazione rispetto alla quale – ha sottolineato la delegazione spoletina – bisogna dare concreti segnali di discontinuità per evitare che il rischio declino sia inarrestabile.

    Al problema sarà dedicato un evento pubblico che si svolgerà il mese di giugno, ma alcune linee di intervento e proposte sono già state avanzate.
    Confcommercio ha intanto chiesto alla Regione di attivarsi per far sì che a Spoleto si svolgano almeno una parte dei concorsi per l’accesso in Polizia, data la presenza della Scuola.
    Per potenziare l’arrivo dei flussi turistici, è stato chiesto di organizzare – di concerto con il Comune – una navetta fissa che colleghi l’aeroporto di Sant’Egidio alla città. Altro tassello di questo “piano Marshall” per Spoleto il rilancio del Festival dei Due Mondi, cercando di ricostruire attorno al programma degli spettacoli iniziative collaterali che consentano di dilatare il periodo in cui la città possa essere richiamo per i turisti, anche qui in collaborazione con tutti i soggetti pubblici e privati interessati.
    Confcommercio ha lanciato altre due ipotesi di lavoro: partendo dalla identificazione del comprensorio con il vitigno Trebbiano, riprendere la manifestazione Vini nel Mondo e organizzare altre iniziative di valorizzazione delle produzioni tipiche e dell’ambiente. E infine dare nuovo impulso alla Spoleto – Norcia, affidando ai privati la parte commerciale e la manutenzione.
    Un fitto programma di azioni che sarà il punto di partenza per l’evento pubblico in programma a giugno e sul quale la presidente Tesei ha già assicurato la massima disponibilità ed attenzione. Per quanto riguarda la questione Ospedale, a fronte della immutata preoccupazione e posizione della delegazione spoletina per la situazione attuale, la presidente ha affermato che il progetto per la nascita del terzo polo è già al vaglio del ministero e seguirà in prima persona l’iter per l’approvazione ed un successivo credibile cronoprogramma di realizzazione.

    Immagine generica di archivio 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo neri 2024-07-06 09:48:20
    La trave nel....l'occhio altrui è sempre una pagliuzza.
    Aurelio Fabiani 2024-07-04 18:04:00
    Chiunque incontri la Tesei e non rivendichi la riapertura immediata di tutti i reparti del San Matteo chiusi nel 2020,.....
    Carlo neri 2024-06-30 17:36:48
    Bocci senza lo sponsor Comune di Spoleto/PD farebbe la fame.
    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....