Il Movimento Cinque Stelle: Ospedale di Spoleto, un silenzio assordante

  • Letto 1113
  • Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento Cinque Stelle:

    Negli ultimi giorni vari organi di stampa stanno dando risalto alla notizia di un “patto dMovimento_5_Stelle_Spoleto’acciaio” tra il sindaco di Spoleto Cardarelli e il sindaco di Foligno Mismetti che riguarda l’integrazione, o come la chiamiamo noi, la razionalizzazione dei due ospedali delle rispettive città. Una questione annosa, che si trascina da molti anni e che pare sia giunta al termine in vista dell’applicazione del famoso D.M. del 2 aprile 2015 n° 70 in materia di Sanità nazionale.

    Tre settimane fa, la conferenza capigruppo del consiglio comunale di Spoleto aveva preso in merito alla questione due decisioni a nostro modo di vedere molto razionali:

    1. Indire al più presto (entro una settimana) la commissione sanità.

    2. Avviare incontri pubblici sul tema ospedale.

    Ad oggi non è avvenuto niente di tutto ciò. Anzi è dalla stampa che abbiamo modo di apprendere i virgolettati del Sindaco di Foligno che ci informa sulle posizioni del nostro primo cittadino, quali ad esempio: “Con Cardarelli ci siamo incontrati in diverse occasioni, ma negli ultimi due vertici abbiamo toccato il tema della sanità e dell’integrazione tra i due presidi ospedalieri – entrambi riteniamo che il futuro è proprio quello dell’unione”. Oppure: “L’idea – spiega il primo cittadino folignate – è quella di creare un unico presidio con due sedi. Questo è il lavoro che cercheremo di portare avanti”. O che spiega in modo piuttosto approssimativo e non corrispondente al vero: “O arriviamo prima nelle scelte o qualcuno le farà per noi – afferma il sindaco della città della Quintana – con l’auto ora Foligno e Spoleto si raggiungono in dieci minuti, è quindi giusti integrare i nostri ospedali, efficientando due presidi già di alta qualità”. (Fonte RGU)

    Nel frattempo a Foligno sono stati organizzati e svolti due incontri sul tema ospedale: un dibattito libero con operatori del settori e cittadini alla presenza dell’assessore Barberini tenutosi il 12 febbraio dal titolo “Quale futuro per l’ospedale di Foligno” e un altro il 27 febbraio 2016 dal titolo “Sanità, Umbria e Toscana a confronto. Innovazione e cambiamento: le sfide per il futuro ” con il già dimissionario Assessore della Sanità, e il presidente della commissione Sanità della regione Toscana Scaramelli, dimostrando un vivo interesse e l’intento di delineare soluzioni strategicamente condivise dai cittadini.

    Mentre a Spoleto cosa si vuole fare? Come intende questa amministrazione informare e coinvolgere la cittadinanza? Non è forse giunto il momento di dare un senso al concetto di partecipazione cittadina? Se un argomento come il destino del San Matteo degli Infermi non sembra sufficientemente importante e trasversale tale da interessare una vasta porzione della nostra comunità in cosa verremo mai chiamati a prendere parte?

    A latere di queste ultime rivelazioni permane la situazione critica della pratica di partoanelgesia, come già evidenziato nelle settimane precedenti. Siamo consapevoli che tale criticità non potrà non avere pericolose ricadute proprio in vista di questa “integrazione” rischiando di mettere in forse la sopravvivenza del punto nascite spoletino. Ragione per cui predisporremo tutte le formalità ispettive che la legge ci consenta.

    MoVimento 5 Stelle Spoleto

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2021-04-29 20:27:17
    NON È COL QUALUNQUISMO CHE SI SALVA L'OSPEDALE DI SPOLETO E LA SANITÀ PUBBLICA. Col qualunquismo si riciclano solo i.....
    Andreas Müller 2021-04-26 21:27:06
    Viele Grüße aus Deutschland für deine Musik!
    carlo 2021-04-10 17:38:23
    Me sta bene tutto, ma tocca esse 'mbriachi o camminare con la testa tra le nuvole. meglio che se ne.....
    Le ceneri di Gramsci 2021-04-05 14:08:06
    La lettura del comunicato del PD rappresenta, per chi fosse un vecchio simpatizzante, un vero insulto alla tradizione di un.....
    Zorro 2021-04-03 10:46:44
    Questi sono i cosiddetti civici volontari...o meglio i dott.vinavil....che vergogna solidarietà al dott marco trippetti!