Il concerto finale di Spoleto64 in onda su RAI 2

  • Letto 347
  • Le immagini del Maestro Antonio Pappano e all’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in  Piazza Duomo, sarnno trasmesse giovedì 15 luglio alle ore 23.45

    A pochi giorni dagli applausi in Piazza Duomo, il concerto che ha chiuso il 64° Festival dei Due Mondi sarà trasmesso, domani giovedì 15 luglio alle ore 23.45, in prima tv su Rai 2.
    Grazie alla rinnovata media partnership con la Rai, il grande pubblico avrà la possibilità di assistere al tradizionale appuntamento del Festival, affidato quest’anno alla bacchetta di Antonio Pappano e all’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

    Il programma guarda alla relazione tra Due Mondi – Oriente e Occidente – e alle reciproche ispirazioni e suggestioni musicali. Il fascino di paesaggi, usanze, sonorità e costumi associati ai paesi delle sponde del Mediterraneo trova traccia nell’esotismo della Sinfoniada L’Italiana in Algeri di Rossini, e nelle atmosfere da mille e una notte della suite sinfonica di Rimskij-Korsakov Sheherazade, e del più recente Concerto per violino “1001 Nights in the Harem” del compositore e pianista turco Fazil Say, eseguito per l’occasione da Friedemann Eichhorn, tra i suoi interpreti più raffinati.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.
    carlo 2021-06-11 16:33:03
    Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....