I Divisione, le ragazze della Monini Marconi sul tetto dell’Umbria

  • Letto 768
  • Coach Bernardini: “Sapevamo di avere un roster forte, ma una squadra non sarà mai forte se non diventa un gruppo, e le ragazze lo sono state fin dall’inizio”

    Coach Stefano Bernardini e le sue ragazze sono sul tetto dell’Umbria. Il capolavoro della I Divisione Monini Marconi si è compiuto domenica scorsa contro il San Sepolcro, nel campo neutro di Sigillo. Capolavoro a giusta ragione, perché l’unica sconfitta nel girone unico di Coppa Italia le olearie l’avevano patita proprio contro le future finaliste, anche se di misura e con diverse defezioni nell’organico. E invece in finale, con il roster al completo e tutte le giocatrici impiegate nei loro ruoli naturali, il copione è stato ben diverso: tre a zero secco con parziali di 25-14, 25-16 e 25-20 (dopo essere arrivate addirittura sul 21-9).
    Incontenibile la gioia delle ragazze dopo che l’ultimo pallone ha toccato terra. E davvero invidiabile il ruolino di marcia in questa Coppa Italia: 7 vittorie e una sola sconfitta che proiettano la Monini Marconi alla fase nazionale. 3 soli set lasciati alle avversarie, proprio quelli già citati con le vicecampionesse di San Sepolcro. Coach Bernardini è raggiante: “Sono davvero contento per le ragazze, questo titolo è tutto per loro. Allenarle è davvero una grande soddisfazione, vedere come si aiutano in campo e fuori è emozionante. Sapevamo di avere un roster forte, ma una squadra non sarà mai forte se non diventa un gruppo, e le ragazze lo sono state fin dall’inizio”.
    “Non è da sottovalutare infatti – prosegue il coach – la grande disponibilità di alcune giocatrici a mettersi in gioco in ruoli che fino alla scorsa stagione non erano abituate a ricoprire, questo dà l’idea di quanto tutte abbiano dato il massimo per la causa. Anche la sensibile differenza di età tra alcune delle ragazze non è stata un problema, quando in campo si parla la stessa lingua queste cose passano in secondo piano”.
    Il pensiero di Stefano Bernardini va poi alla società e allo sponsor, nelle persone della signora Vincenza Mari e del patron Zefferino Monini. “Ovviamente a loro va un sentito ringraziamento per averci dato la possibilità di allenarci bene in piena pandemia. Voglio ringraziarli anche per aver condiviso con noi, prima a pranzo e poi sugli spalti, il giorno della finale”.
    Infine una nota di “colore”, in tutti i sensi. Non vi allarmate se vi capita di vedere in giro Stefano Bernardini con i capelli biondo platino. Il coach l’aveva promesso ad inizio stagione: “Se vinciamo mi faccio biondo!” Ovviamente, da uomo d’onore qual è, ha dovuto mantenere la parola data.
    Ecco, una per una, le campionesse umbre di Coppa Italia
    Debora Bernardini, Elisabetta Paluello, Alessandra Preda, Elena Belpassi, Lucia Malvestiti, Barbara Pettini, Cristina Gabiati, Martina Tulli, Giorgia Rio, Marta Ministrini, Carlotta Garilli, Giulia Tulli, Michela Troiani, Chiara Mosca, Elisa Bonucci.
    Allenatore: Stefano Bernardini
    Secondo Allenatore: Francesco Cappelletti
    Dirigente: Stefania di Giovanbattista


    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Adolfo Sandri Poli 2022-06-11 01:36:02
    Mi congratulo co rinnovata speranza con i Consiglieri Grifoni, Dottarelli, Cretini, Imbriani, Profili, (l'ordine dei nomi è casuale) per le.....
    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....