Francesca Cetorelli torna con la fascia di Miss Queen dal concorso ‘Reginetta d’Italia’

  • Letto 1435
  • Vince una romana ma la sellanese trionfa sui social

    di Renzo Berti

    Le mamme hanno sempre un sesto senso. E mamma Marina, a poche ore dalla finale, presagiva che sua figlia Francesca non avrebbe vinto il titolo di “Miss Reginetta d’Italia”, che si é svolto a Chianciano Terme. Non fosse altro perché le concorrenti di Francesca avevano uno stuolo di “talent scout” al seguito, mentre lei affrontava questa avventura senza nessuno sponsor alle spalle. La previsione è stata azzeccata a metà, perché è vero che il titolo è andato alla ventenne “ballerina” romana Elisa Crocchianti, ma Francesca Cetorelli si è aggiudicata la fascia dello sponsor “Queen” ed il primo contratto di quella che, si spera, sia una lunga e luminosa carriera: un calendario che il marchio di abbigliamento realizzerà per promuovere le sue collezioni. Il primo appuntamento professionale di Francesca è in programma a Scalea dal 17 al 20 settembre. Un risultato che addolcisce quel pizzico di delusione delle centinaia di fans, i quali hanno spinto nelle votazioni finali la diciottenne di Sellano con un volto che sarebbe stato scelto dal Pinturicchio per dipingere uno dei suoi capolavori. Francesca, che comunque vuole fare l’insegnante come aveva dichiarato nell’intervista davanti alla giuria, proseguendo il percorso di studi già avviato, non è affatto delusa per l’esito di questa esperienza. Tutt’altro. Ed affida le sue emozioni alla sua pagina Facebook, tempestata da like e cuoricini come non le era mai accaduto prima in vita sua.

    Insomma, se vogliamo dirla tutta, la vincitrice morale di questo concorso è questa ragazza sellanese acqua e sapone. “Grazie mille a tutti quelli che hanno creduto in me. Non smetterò mai di ringraziarvi perché il vostro contributo è stato fondamentale sin dall’inizio: con i vostri “like” avete fatto sì che diventassi la prima e unica finalista nazionale dell’Umbria e ora sono lieta di annunciarvi di aver vinto la fascia sponsor “Queen”. Questa seconda vittoria, così come la prima,ve la dedico perché senza di voi nulla sarebbe stato possibile”. Ed ora, dopo qualche giorno di meritato riposo, sarà di nuovo in pista. Tra le pose ed il back stage del primo, vero, servizio fotografico che la lancia in quel mondo patinato dove è difficile arrivare, ma facilissimo perdersi. Però, Francesca ha qualcosa in più che può aiutarla: il dna della vera “montanara”: lei tiene i piedi ben piantati per terra e sa dove deve e, soprattutto, vuole arrivare.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    carlo neri 2020-09-26 12:07:47
    Ho una mezza idea che chi ha rubato la reliquia, non sapendo che farsene e visto il polverone sollevato, l'abbia.....
    Fabrizio 2020-09-20 13:05:13
    Considerando che la popolazione spoletina non ha ancora compreso se esiste una politica per la città da parte di questa.....
    Gianni 2020-09-09 02:36:29
    Se le impiegate fossero anche cortesi e educate verso il prossimo e le persone che reputano inferiori a loro (.....
    Tennis, si ferma in semifinale l'avventura di Ginevra Batti ai campionati italiani Under 11 | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica 2020-09-05 06:47:09
    […] di Re.Ber. “Vivere una favola”, cantava Vasco Rossi. Ginevra Batti, talentuosa tennista spoletina di soli 10 anni che gioca.....
    Claudio Balducci 2020-08-27 11:11:23
    Bene,almeno qualcuno prova a metterci la faccia.. Ci sono delle cose però che non rispondono alla realtà dei fatti, ed.....