Fondazione Giulio Loreti Onlus, al via il progetto di prevenzione “Diagnosi precoce del tumore della mammella”

Grazie al sostegno della Fondazione Intesa San Paolo restano gratuiti gli esami mammografici per donne con difficoltà economiche

La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus di Milano ha deliberato di riconoscere un contributo alla Fondazione Giulio Loreti Onlus per la realizzazione del progetto “DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA”, fortemente voluto dal compianto Presidente prof. Valerio Di Carlo. Il contributo richiesto andrà a sostegno delle donne con particolari difficoltà economiche: in questo modo potranno usufruire di esami mammografici gratuiti che permettano loro la prevenzione e una eventuale e tempestiva diagnosi.
Il tumore al seno colpisce una donna su otto nell’arco della propria vita e questo lo rende il più frequente, a livello di metastasi in fase avanzata, nella popolazione femminile. È stato dimostrato che, grazie ad una ricerca medico-scientifica sempre più attenta, la diagnosi precoce e i programmi di screening possono ridurre il livello di mortalità del 35-40%, rendendo così elevato il numero delle sopravvissute dal tumore mammario (nel 2018 in Italia le stime parlano di almeno 692.955 donne).
I requisiti di accesso alla prestazione in base alla fascia di reddito saranno considerati dai Medici di Famiglia, dalla Caritas Diocesana o dai Servizi Sociali del distretto Usl Umbria 2.

L’approvazione di questo importante progetto, ispirato al valore della prevenzione sociosanitaria, va ad incrementare il lavoro che la Fondazione Loreti svolge dal 2000. Il Servizio di Senologia, ad esempio, è stato attivato di recente con l’obiettivo di rispondere alle lunghe liste di attesa che tuttora esistono per fare una mammografia (si stima che in Umbria sia di circa 24 mesi) e far sì che le pazienti, in particolare quelle che hanno difficoltà economiche, non scelgano, esasperate, di rinunciare alla prevenzione e dunque ad una possibile diagnosi. In questo caso specifico la Fondazione si avvale e collabora con il “Servizio di Senologia Clinica” del Centro Medico Polispecialistico, ospitato all’interno dei suoi locali, la cui responsabile è la Dott.ssa Ivana Battistini, già Dirigente Medico dell’U.O. di Radiologia dell’Ospedale di Spoleto.

Il Poliambulatorio ospitato dalla Fondazione, propone alle pazienti con possibilità di sostenere la spesa, una visita senologica, completa di mammografia ed ecografia, ad un costo che è ben al di sotto della media regionale. Inoltre, per le pazienti oncologiche, è prevista una tariffa agevolata che all’esame senologico aggiunge un’ecografia addominale.

La Fondazione Giulio Loreti si prodiga e offre assistenza medica gratuita a chiunque non sia in grado di sostenere per indigenza i costi per visite specialistiche o strumentali. Grazie al Centro Medico ricorre alla professionalità dei suoi consulenti medici e all’utilizzo di macchinari di ultima generazione come il mammografo, recentemente acquistato, che fornisce prestazioni di alta qualità tecnica, con importante riduzione della dose radiogena erogata e migliori comfort per la paziente (Tomosintesi in 3D, Tecnologia Hologic).

Anche se l’Umbria, come molte regioni italiane, si è dotata di un programma di screening che propone alle donne tra i 50 e i 70 anni una mammografia ogni 2 anni, secondo le linee guida AIOM-SIRM la fascia di età critica che va dai 40 agli oltre 74 anni resta scoperta.
Considerando i dati più recenti, riguardanti la diffusione del tumore al seno in Italia, che attestano essere circa 37mila le donne con tumore della mammella con presenza di metastasi, di cui 3.700 aventi meno di 49 anni, appare evidente quanto sia importante la prevenzione, intesa soprattutto nella regolarità del controllo periodico e nella più agile azione di cui la Fondazione Giulio Loreti si fa portavoce, affinché tutti possano prendersi cura della propria salute.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Zorro 2020-07-23 19:20:34
In genere ci sono due gatti un cane ed un cavallo agli eventi compresi il direttore di palazzo collicola ma.....
Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
Paolo 2020-06-30 22:54:58
Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......