Emergenza Coronavirus , confermata la sospensione dei tributi locali anche a Spoleto: ”Lo prevede già il Decreto Cura Italia”

Il Sindaco de Augustinis sostiene la proposta dell’Anci Umbria

“Liberare risorse importanti di cui il Comune dispone per far fronte alle drammatica situazione che cittadini e imprese stanno affrontando a causa dell’epidemia del Coronavirus”.

Così il sindaco di Spoleto Umberto de Augustinis a sostegno della propostache che il Presidente dell’Anci Umbria ha presentato alla Regione chiedendo disospendere l’accantonamento del fondo per i crediti di dubbia esigibilità.

Le somme in bilancio di cui il Comune già dispone andrebbero a costituire – spiega de Augustinis – disponibilità importanti e si configurerebbero come strumento di decontribuzione o come ammortizzatori fiscali significativi, sopratutto per quei cittadini o quelle imprese che, per aiutare a fronteggiare le difficoltà economiche conseguenti all’emergenza Coronavirus”.

Il Sindaco di Spoleto è intervenuto anpche sulla questione relativa alla sospensione del pagamento dei tributi locali, confermandola anche per il Comune di Spoleto.

Il Decreto “Cura Italia” già lo prevedeper tutti gli enti impositori, indicandochiaramente la sospensione di ogni attività di riscossione, controllo, accertamento e contenzioso dall’8 marzo al 31 maggio. Quindi, dato l’andamento nazionale, é prevedibile che i termini avranno ulteriori slittamenti, posto che i danni economici si riproducono ovunque e avranno effetti protratti, richiedendo quindirisposte eccezionali e unitarie anche sul piano fiscale”.

La richiesta di Alleanza Civica e Spoleto Popolare – Nella giornata odierna , – scrivono in una nota i consiglieri Bececco, Frascarelli, Profili e Settimi  – abbiamo inviato anche in modo inusuale , vista l’ emergenza e il non poterci incontrare nelle sede opportune, una proposta al Sindaco. Abbiamo chiesto al primo cittadino di attivarsi attraverso l’ Anci una proposta al Governo di potere predisporre di risorse vincolate nel bilancio comunale , a seguito dell’ introduzione del comma 897 e 898 della legge di bilancio 2019 dello Stato. Con l’ augurio che la nostra richiesta venga presa in considerazione per aiutare tutti i nostri cittadini, partite iva , liberi professionisti , imprenditori e autonomi a superare questo periodo buio, e cercare di salvaguardare la nostra città. 

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
Paolo 2020-06-30 22:54:58
Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....