Eccellenza, Spoleto-Angelana 2-1 : prodezza di Gbale per uno Spoleto mirifico

  • Letto 586
  • Gli spoletini,  in inferiorità numerica per 64 minuti, trovano i tre punti al 90′ con una perla di Gbale

    (DMN) Spoleto – Mirifico, ovvero straordinariamente grande e meraviglioso, é l’aggettivo giusto per descrivere lo Spoleto di oggi. I biancorossi, guidati da Alessandro Cavalli, nella sfida del ‘Comunale’ valida per la sedicesima giornata del campionato di Eccellenza,  si sono imposti per 2-1 sull’Angelana nonostante abbiano giocato in dieci per più di un ora.  Un rigore di Calabretta e una perla di Gbale hanno fruttato i tre punti che consentono ad uno Spoleto eroico di mantenere la scia della capolista Foligno.

    La partita – Cavalli conferma il consolidato 4-3-1-2 e schiera Zandrini tra i pali, Calzola, Papini, Boninsegni e Sensi in difesa, Di Patrizi, Bianchi e Calabretta sulla linea di centrocampo con Colangelo ad agire alle spalle di Falconieri e Leonardo Ubaldi.

    Il tecnico ospite Carlo Valentini, sceglie il 4-3-3 con Mazzoni in porta, Cristofani, Barbini, Burini e Muzhani in difesa, Barbacci, Ragusa e Luca Ubaldi a centrocampo con Catani, Fondi e Passeri in avanti.

    Lo Spoleto scende in campo con un completo bianco con una banda verticale rossa sul davanti, l’Angelana con la tradizionale maglia a strisce verticali giallorosse con pantaloncini e calzettoni rossi. Il direttore di gara è il sig. Andrea Castrica di Terni, coadiuvato dai Sig.ri Jacopo Goretti e Salvatore Luppo di Perugia.

    É l’Angelana a battere il calcio d’inizio. Nei primissimi minuti sono proprio gli ospiti ad essere più propositivi ma la retroguardia della squadra di Cavalli é attenta. 

    Al 10′ arriva il primo squillo dello Spoleto con capitan Falconieri che da centro area tenta la conclusione ma Mazzoni é attento. Tre minuti più tardi, a conclusione di una bella azione corale é Bianchi, dal limite dell’area, a tentare di battere Mazzoni ma la sfera termina alta.

    Al 26′ lo Spoleto rimane in dieci uomini: su azione di  calcio d’angolo battuto sulla sinistra da Calabretta, un giocatore giallorosso finisce a terra, l’arbitro estrae immediatamente il cartellino rosso nei confronti di Falconieri, reo di aver colpito alla testa un avversario. Il capitano biancorosso asserisce di non aver commesso fallo ma l’arbitro rimane sui suoi passi. La fascia di capitano passa sul braccio sinistro di Papini.

    Al 28′ lo Spoleto trova il vantaggio: Burini commette fallo di mano in area, Castrica assegna un calcio di rigore che Calabretta, con freddezza, trasforma.

    Al 38′ Mazzoni si supera due volte: su calcio di punizione battuto da Calabretta respinge un colpo di testa ravvicinato di Boninsegni poi blocca il tentativo di tap in di Papini. Al 39′ il direttore di gara mostra il cartellino giallo nei confronti di Barbini. Dopo 2′ di recupero, la prima frazione si chiude con lo Spoleto in vantaggio nonostante l’inferioritá numerica.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Dopo 40″ della ripresa l’Angelana trova il pari con un bel tiro di Passer dal limite dell’area di rigore, che finisce sotto l’incrocio della porta difesa da Giovanni Zandrini.

    Al 7′ Cavalli effettua la sua prima sostituzione mandando in campo Giancarlo Gbale al posto di un buon Di Patrizi. All’8′ é subito Gbale a tentare la ripartenza veloce ma Burini lo ferma fallosamente e viene ammonito. Sulla punizione che ne consegue, battuta dal solito Calabretta, un colpo di testa di Romeo Papini esce di pochissimo sul secondo palo. 

    Al 12′ anche Valentini pesca dalla panchina mandando in campo De Santis al posto di Barbacci e quattro minuti più tardi Bartolini prende il posto di Cristofani. Sempre al 16′, Cavalli é costretto a sostituire l’infortunato Calzola con Bellucci.

    Al 18′ Calabretta si porta in area con un bel dribbling ma la conclusione del numero 8 biancorosso termina alta sopra la traversa. 

    Al 21′ Gbale viene fermato in sospetta posizione di fuorigioco a tu per tu con Mazzoni, Cavalli protesta e viene espulso dalla panchina. Il tecnico ternano é costretto a seguire la gara dalla tribuna mentre la squadra viene guidata dal dirigente Roberto Paciotto.

    Al 28′ viene ammonito Luca Ubaldi dell’Angelana per simulazione in area avversaria, due minuti più tardi, l’altro Ubaldi, quello dello Spoleto, viene trattenuto per la maglia in area di rigore ma il Sig. Castrica di Terni lascia proseguire. 

    Al 33′ Mazzoni si supera ancora su una conclusione ravvicinata di Papini. Al 43′ arriva il secondo esordio in maglia biancorossa per il neoacquisto Pigazzini, gettato nella mischia al posto di un ottimo Calabretta. 

    Nell’ultimo giro di lancette del tempo regolamentare, Gbale in semirovesciata, fa esplodere il Comunale battendo l’incolpevole Mazzoni per  la rete del vantaggio.

    Al 90′ il direttore di gara assegna cinque minuti di recupero e ammonisce Mazzoni per un battibecco con il pubblico. 

    Nel primo minuto di recupero nello Spoleto entra Luparini al posto di Colangelo e pochi istanti dopo Zandrini si rifugia in angolo su un tiro di Catani. Tra varie interruzioni, la  gara si protrae fino al 97′ ma alla fine é lo Spoleto a fare festa per un risultato che …. Gbale oro. 

    Classifica e prossimo turno – in classifica il Foligno é in vetta con 36 punti seguito dallo Spoleto con 33 ed il Lama con 31. Nel prossimo turno in programma domenica 13 gennaio, lo Spoleto sarà impegnato sul campo dell’Orvietana.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Alberto Bussoni 2019-11-19 07:21:17
    Bravo. Complimenti. Non lo conoscevo prima di questo articolo (grazie Fabio!) e merita di essere conosciuto da una più ampia.....
    Paola 2019-11-13 21:13:13
    Cittadinanze onorarie. La signora, ora senatrice a vita per un Presidente che ha fatto più danni di Carlo in Francia,.....
    Carlo Neri 2019-11-12 12:08:28
    Quali meriti ha costei per essere stata nominata senatore a vita, oltre al fatto di essere ebrea e viva? L'avremo.....
    Caterina 2019-11-09 11:12:58
    Non
    Franco 2019-11-08 10:39:51
    Bellissima iniziativa!!! Bravi