In auto nel centro di Spoleto con droga al seguito: due arresti

  • Letto 692
  •  Denuncia con concorso in detenzione ai fini di spaccio per altri due. Tutti hanno tra i 19 e i 21 anni 

    In quattro – si legge in una nota stampa della Questura di Perugia  – a bordo di un veicolo nel centro di Spoleto destavano l’attenzione di una pattuglia della Polizia di Stato durante gli ordinari controlli del territorio.

    Gli agenti del Commissariato di Polizia di Spoleto, insospettiti per il numero degli occupanti presenti a bordo dell’autovettura, in palese violazione della normativa Covid e per le strane e indecise manovre che il veicolo stava effettuando alla vista della pattuglia decidevano quindi di intimargli l’Alt.

    Dai controlli effettuati emergeva che i quattro giovani non erano spoletini:

    il proprietario del veicolo ed un secondo passeggero risultavano del comprensorio di Nocera umbra e gli altri due residenti nel folignate.

    Tutti i soggetti non risultavano in grado di dare contezza della loro presenza in Città.

    Approfondendo il controllo emergevano numerosi precedenti per tre dei quattro giovani: un italiano del 2000, due cittadini albanesi rispettivamente del 2002 e del 2000 ed infine un cittadino tunisino del 2001.

    Nello specifico – prosegue la nota  – a proprio carico risultavano precedenti di Polizia in materia di sostanze stupefacenti nonché, a carico di due di loro, gravavano delle misure di prevenzione quale l’obbligo di firma e presentazione negli uffici di Polizia.

    Scattavano così ulteriori controlli dai quali veniva rinvenuta della sostanza stupefacente occultata addosso a due dei quattro giovani per un totale complessivo di circa 55 grammi di hashish e circa 7 grammi di Marijuana.

    Parte della sostanza già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio.

    Inoltre veniva rinvenuta la somma di oltre 150 euro in banconote di medio e piccolo taglio, evidente provento dell’attività di spaccio nonché, sempre occultato indosso ad uno di loro, un piccolo bilancino elettronico di precisione con evidenti tracce di residui di sostanza resinosa nella parte destinata alla pesa.

    Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro.

    I due soggetti, l’italiano ed uno dei due albanesi, responsabili del possesso delle sostanze stupefacenti, del bilancino e della somma di denaro venivano tratti in arresto con comunicazione immediata all’Autorità Giudiziaria.

    Gli altri due, l’altro cittadino albanese ed il tunisino, venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Questa mattina veniva convalidato l’arresto da parte dell’A.G.

    Inoltre a carico di tutti è quattro i soggetti sono state elevate sanzioni per la violazione della normativa anti Covid-19 e saranno avviati le procedure per l’adozione del provvedimento di Foglio di Via Obbligatorio da parte del Questore di Perugia così da vietargli il ritorno in Città fino ad un massimo di anni tre.

    Infine – conclude la nota della Questura  – a carico dei due già gravati dalle misure di prevenzione scatterà la segnalazione ai fini dell’aggravamento delle stesse.

    Immagine generica di archivio 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2021-04-29 20:27:17
    NON È COL QUALUNQUISMO CHE SI SALVA L'OSPEDALE DI SPOLETO E LA SANITÀ PUBBLICA. Col qualunquismo si riciclano solo i.....
    Andreas Müller 2021-04-26 21:27:06
    Viele Grüße aus Deutschland für deine Musik!
    carlo 2021-04-10 17:38:23
    Me sta bene tutto, ma tocca esse 'mbriachi o camminare con la testa tra le nuvole. meglio che se ne.....
    Le ceneri di Gramsci 2021-04-05 14:08:06
    La lettura del comunicato del PD rappresenta, per chi fosse un vecchio simpatizzante, un vero insulto alla tradizione di un.....
    Zorro 2021-04-03 10:46:44
    Questi sono i cosiddetti civici volontari...o meglio i dott.vinavil....che vergogna solidarietà al dott marco trippetti!