Dopo essere stato espulso ritorna illegalmente sul territorio nazionale

  • Letto 225
  • 36enne arrestato a Spoleto 

    Mentre erano impegnati negli ordinari servizi di controllo del territorio, – si legge in una nota stampa della Questura  – gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto hanno fermato due cittadini stranieri che, dopo aver notato la presenza dei poliziotti, avevano cercato di eludere il controllo entrando all’interno di un esercizio commerciale.

    I due uomini, rispettivamente classi 1986 e 1988, essendo privi di documenti di identità, sono stati accompagnati dagli operatori presso gli uffici del Commissariato per una compiuta identificazione.

    Dagli accertamenti è emerso che il 34enne era gravato da numerosi precedenti di polizia e da un obbligo di presentarsi presso la polizia giudiziaria; il 36enne, invece, da un primo controllo è risultato incensurato. Gli operatori, però, avendo notato che l’uomo era solito presentarsi alle Forze dell’Ordine anche con un altro nome, ha effettuato delle verifiche anche sul suo “alias” constatando che il 36enne era destinatario di un’espulsione emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto in sostituzione della pena detentiva, con divieto di reingresso nel territorio nazionale senza autorizzazione prima del 2032.

    Per questo motivo –  prosegue la nota –  è stato tratto in arresto per violazione dell’art. 13 comma 13-bis del Decreto Legislativo 286/98 e, su disposizione del Pubblico Ministero, trattenuto presso le celle di sicurezza del Commissariato di Foligno, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nella giornata odierna.

    Il 36enne, inoltre, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di false attestazioni a Pubblico Ufficiale in merito alla propria identità.

    Terminate le attività di rito, gli agenti hanno comunicato l’avvenuto arresto all’Ufficio Esecuzioni Penali presso la Corte di Appello di Torino per il ripristino dello stato di detenzione ai fini dell’esecuzione della pena residua.

    Si rappresenta che – conclude la nota della Questura  –  l’indagato è da considerarsi innocente fino a sentenza definitiva di condanna.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    dante alighieri spoleto Accesso – infocakes.com 2022-09-22 08:53:01
    […] Agnese Duranti in visita alla "sua" scuola media Dante … […]
    Francesco 2022-08-16 21:54:19
    Insisto ancora nel dire che un conto sono gli eventi come quello bellissimo ed importante di settembre che vedrà la.....
    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!