Donne in prima linea: premiate 39 donne in rappresentanza di quattro categorie lavorative

  • Letto 975
  • La cerimonia questo pomeriggio nella Sala Spoletium di Palazzo comunale in occasione della Giornata Internazionale della Donna 

    Trentanove donne in rappresentanza di quattro categorie (forze dell’ordine, sanità, scuola e servizi). Si è svolta questo pomeriggio nella Sala Spoletium di Palazzo comunale ‘Donne in prima linea’, l’iniziativa a cura del Comune di Spoleto per premiare quante, svolgendo quotidianamente il proprio lavoro, hanno contribuito a garantire una condizione di sicurezza e di rispetto delle regole durante l’emergenza sanitaria.

    Alla cerimonia erano presenti, oltre ad una rappresentante per ciascun settore lavorativo, anche il sindaco Andrea Sisti, la vicepresidente del Consiglio comunale Maura Coltorti e gli assessori Agnese Protasi, Danilo Chiodetti e Luigina Renzi.

    Nel corso dell’incontro è stato proiettato il video Spoleto per le donne, realizzato grazie il coinvolgimento dei rappresentanti istituzionali della Giunta e del Consiglio comunale.

    Al termine della cerimonia si è tenuta la performance a cura delle Voci del Nera Gioco serio di donna. Dalla radice al cielo, per la regia di Valentina Orlando, con Emanuela Duranti e Linda Lucidi.

    In rappresentanza delle Forze dell’ordine sono state premiate Teresa Messore, Capitano dei Carabinieri di Spoleto, Mirella Mandoloni, Ispettore della Polizia di Stato, Daniela Rinaldis, dell’Istituto penitenziario di Spoleto.

    Per la scuola Caterina Ceppi (scuola materna), Samanta Polinori (scuola elementare), Beatrice Sforza (scuola di secondo grado, primo ordine), Daniela Cambiotti (scuola di secondo grado, secondo ordine).

    Per la sanità il premio è stato consegnato a Serena Bravetti (infermiera della rianimazione), Maria Rita Meloni (infermiera della sala operatoria impegnata nei reparti Covid), Anna Chiara Gigi (infermiera dei reparti medici), Cecilia Salustri (operatrice socio sanitaria dei reparti medici), Giorgia Settimi (operatrice socio sanitaria dei reparti rianimazione), Patrizia Pieroni (dottoressa medico di famiglia), Paola Procacci (dottoressa rianimatrice), Maria Letizia Gabrieli (dottoressa dell’area medica), Marta de Angelis (dottoressa dell’Hospice), Maria Beatrice Forte (dottoressa del Pronto Soccorso), Elena Venturini (infermiera del Pronto Soccorso), Sabrina Bellini (operatrice socio sanitaria del Pronto Soccorso), Sara Staffa (infermiera medicina 3 Covid – Rsa Covid), Giuseppina Cintio (infermiera del territorio), Carla Erbaioli (infermiera e ostetrica), Antonella Segoni (medico di radiologia), Claudia Funcello (tecnico di radiologia), Roberta Racugno (dottoressa del laboratorio analisi), Valentina Scatolini (tecnico del laboratorio analisi), Sonia Gallo (responsabile delle vaccinazioni), Nadia Cerasi (servizio pulizie reparti Covid), Lucia Parmegiano Palmieri (farmacista della Comunale 1).

    Per la categoria lavorativa dei servizi le cassiere di banca e delle Poste Beatrice Preda e Claudia Guggioli, insieme alle cassiere dei supermercati Tiziana Altobelli (Sabatini), Carla Riccardi (Coop), Giorgia Catania (Conad), Francesca Burelli (Emi), Beatrice Alimenti (Tigre) e Angela Amadio (Eurospin).

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Adolfo Sandri Poli 2022-06-11 01:36:02
    Mi congratulo co rinnovata speranza con i Consiglieri Grifoni, Dottarelli, Cretini, Imbriani, Profili, (l'ordine dei nomi è casuale) per le.....
    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....