Dario Pompili: «Importante l’unità delle istituzioni contro l’isolamento»

  • Letto 394
  • Il presidente dell’Associazione Amici di Spoleto interviene sulla questione delle vie di comunicazione

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    E’ di fondamentale importanza che tutte le istituzioni spoletine esprimano il loro dissenso verso gli Enti pubblici deputati per il gravissimo isolamento viario che Spoleto ormai da tempo immemore subisce e paga in termini di sviluppo.
    La pur temporanea interruzione della S.S N° 3 ripropone il tema delle Tre Valli e la conseguente realizzazione del tracciato Baiano- Acquasparta.
    Dobbiamo , in premessa, chiarire un punto fondamentale e , cioè , che queste nostre riflessioni sull’argomento non hanno lo scopo di alimentare il solito sterile quanto inutile dibattito sui pro o contro un progetto rispetto ad un altro; questo servirebbe come ha giustamente sottolineato il Presidente della Fondazione Carispo, Sergio Zinni, intervenuto sull’argomento, a fornire un utile alibi a chi vorrebbe che Spoleto persista nel suo isolamento, ma a contribuire a rafforzare una comune volontà per affrontare questo non più dilazionabile problema.
    Il progetto Baiano-Acquasparta è , come è stato sottolineato, cantierabile; ciò significa che non esistono più ostacoli tecnici, burocratici e di impatto ambientale da superare.
    Questo percorso ha avuto necessariamente i suoi tempi e le sue difficoltà e , non ultimo , i suoi costi che la comunità spoletina in alcune sue espressioni ( Banca Cassa di Risparmio e Fondazione CARISPO) si è sobbarcata, come , per inciso, ha fatto nel puntellare in modo decisivo il nostro Ospedale.

    Pensare ad un nuovo progetto, certamente il problema non è dove passare ma passare quanto prima, significherebbe comunque ricominciare un percorso che avrebbe sicuramente tempi biblici che i più longevi delle generazioni successive a chi scrive non ricorderebbero e costi attualmente insostenibili per Spoleto come è stato fatto per il progetto oggi cantierabile.
    Una cosa deve essere comunque certa; è fondamentale che la città sia unita nel sostenere l’azione delle nostre istituzioni locali verso chi ancora si ostina a non vedere questa realtà non più tollerabile .

    IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE AMICI DI SPOLETO ONLUS

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    carlo neri 2020-09-26 12:07:47
    Ho una mezza idea che chi ha rubato la reliquia, non sapendo che farsene e visto il polverone sollevato, l'abbia.....
    Fabrizio 2020-09-20 13:05:13
    Considerando che la popolazione spoletina non ha ancora compreso se esiste una politica per la città da parte di questa.....
    Gianni 2020-09-09 02:36:29
    Se le impiegate fossero anche cortesi e educate verso il prossimo e le persone che reputano inferiori a loro (.....
    Tennis, si ferma in semifinale l'avventura di Ginevra Batti ai campionati italiani Under 11 | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica 2020-09-05 06:47:09
    […] di Re.Ber. “Vivere una favola”, cantava Vasco Rossi. Ginevra Batti, talentuosa tennista spoletina di soli 10 anni che gioca.....
    Claudio Balducci 2020-08-27 11:11:23
    Bene,almeno qualcuno prova a metterci la faccia.. Ci sono delle cose però che non rispondono alla realtà dei fatti, ed.....