Controllo del vicinato, “Non avevamo cose più urgenti a cui pensare?”

  • Letto 679
  • Il comunicato stampa di Partito Democratico e Ora Spoleto 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Dopo mesi in cui chiediamo di convocare il Consiglio comunale che non si riunisce da marzo e in cui tentiamo di uscire da una delle più gravi crisi, economica e sociale, del nostro tempo, il Comune si fa sentire. Non per parlarci di come e cosa si può fare per lo sviluppo, il turismo o l’economia della nostra città ma per annunciarci che, da fine giugno, partirà il Controllo del Vicinato, con tanto di bollino per indicarne la zona interessata. Non preoccupatevi, non si tratta di ronde cittadine e pattugliamenti ma solo di sana collaborazione tra cittadini e Istituzioni e di maggiore partecipazione dei cittadini alla soluzione dei tanti problemi che attanagliano la nostra città.

    Viene automatico chiedersi come mai ci sia stato bisogno di sottolineare che tra le attività vietate ci siano l’intervento diretto e le ronde e i pattugliamenti e, ancora di più, viene automatico chiedersi se non siano già presenti nella nostra città Associazioni culturali e sociali il cui loro compito è occuparsi di tenere unito il tessuto della società con l’Amministrazione.

    Ieri il comunicato stampa del Comune per annunciare l’avvio del progetto – CLICCA QUI

    A noi, oltre a tanti dubbi sulla necessità di una iniziativa come questa, preoccupa piuttosto il senso e l’obiettivo. Abbiamo già visto come in questi mesi di pandemia e lockdown una delle pagine tristi la hanno scritta proprio quei cittadini che si sentivano controllori e che osservavano il comportamento degli altri per denunciarne irregolarità e comportamenti scorretti. Non ci sarebbe nulla di male se non fosse che così si mettono i cittadini ‘uno contro l’altro’ piuttosto che sentirsi uniti per il bene comune. Ma non c’erano cose più importanti da pensare e soprattutto da fare in questo momento? 

    La collaborazione tra la città e l’Amministrazione e la maggiore partecipazione dei cittadini non si costruisce con un bollino e un coordinatore ma si costruisce, nel tempo, coinvolgendo i cittadini nelle scelte più importanti per la loro città e per il loro futuro. Cosa che cercano di fare da anni le Associazioni già esistenti nella nostra città. Forse bastava coinvolgere e ascoltare di più quello che già c’era piuttosto che creare nuovi gruppi di persone con, ancora non è chiaro, quali obiettivi.

    Partito Democratico 

    Ora Spoleto 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Giampaolo ceci 2022-10-02 10:43:16
    Bella iniziativa. C'é una registrazione per chi non ha potuto presenziare?
    dante alighieri spoleto Accesso – infocakes.com 2022-09-22 08:53:01
    […] Agnese Duranti in visita alla "sua" scuola media Dante … […]
    Francesco 2022-08-16 21:54:19
    Insisto ancora nel dire che un conto sono gli eventi come quello bellissimo ed importante di settembre che vedrà la.....
    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....