Il Consorzio della Bonificazione Umbra si prepara per la Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione

Il Consorzio della Bonificazione Umbra in campo con diverse iniziative per la Settimana Nazionale delle Bonifiche che si svolgerà dal 13 al 21 maggio.
Accresciuto il rapporto con gli studenti delle scuole del proprio comprensorio e già portato a termine il progetto scuola-lavoro, in collaborazione con il Liceo Scientifico IIS “Sansi, Leonardi, Volta” di Spoleto ed il Corso di giornalismo “Walter Tobagi”. Il risultato di questa esperienza, maturata a seguito di numerosi incontri con argomenti e visite collegate ai temi dei Consorzi di Bonifica, è stata la realizzazione di un’edizione della rivista locale “Notizie da Spoleto”. La presentazione dell’iniziativa però, a causa di problematiche logistiche legate alche ai recenti eventi sismici, è stata fissata per il 27 maggio.
L’Ente ha inoltre organizzato delle uscite didattiche con alcune scuole medie secondarie. Il rapporto instaurato con gli istituti scolastici del territorio è giunto al suo quinto anno ed anche stavolta saranno coinvolti oltre cento ragazzi, che visiteranno luoghi di rilevante interesse che li circondano, che nonostante ciò a volte sono a loro sconosciuti.
Le uscite scolastiche si svolgeranno presso la diga di Arezzo in Comune di Spoleto, uno sbarramento realizzato dal Consorzio sul torrente Marroggia a metà degli anni sessanta su progetto del Prof. Arredi, trevano di nascita, uno dei più grandi progettisti di dighe che la scienza idraulica ricordi. La visita sarà occasione per illustrare ai ragazzi come un’opera di difesa idraulica, pensata innanzitutto per salvaguardare la pianura di Spoleto dalle piene del torrente Marroggia, sia poi stato utilizzato per servire la rete di irrigazione che alimenta di preziosa acqua irrigua i 1500 ettari della valle spoletina.
“La finalità – spiega il Direttore del Consorzio Candia Marcucci – è di trasmettere ai giovani una coscienza ambientale. Quest’anno la settimana delle bonifiche è incentrata sul tema “Acqua. Identità e futuro dei territori”, e ci dà modo di riproporre temi che saranno nella vita di tutti i giorni di questi ragazzi, che saranno gli uomini di domani, come il tema dello sfruttamento sostenibile del nostro territorio e l’utilizzo responsabile dell’acqua.”
“La visita presso la diga di Arezzo ha un particolare significato – dice il presidente dell’Ente Giuliano Nalli – ed è finalizzata anche a far capire che l’uso dell’acqua è fondamentale in ambito agricolo ma non è un bene illimitato. Serve fare lavoro di squadra con la politica, con il tema della gestione dell’acqua che non può prescindere da una comunicazione sempre più importante.”BANNER-DUE-MONDI

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Adolfo Sandri Poli 2022-06-11 01:36:02
Mi congratulo co rinnovata speranza con i Consiglieri Grifoni, Dottarelli, Cretini, Imbriani, Profili, (l'ordine dei nomi è casuale) per le.....
Francesco 2022-05-23 08:10:44
Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
Francesco 2022-05-18 23:11:12
Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
Pover fratello mio
fabien 2022-04-09 10:16:14
Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....