Consegnati i nuovi alloggi all’ex Caserma Nino Bixio e all’ex scuola di Croce Marroggia

  • Letto 976
  • Sono stati consegnati stamani, nel corso di una doppia cerimonia pubblica, all’ex Caserma Nino Bixio e all’ex Scuola di Croce Marroggia, quattro alloggi di edilizia residenziale sociale pubblica realizzati dall’ATER a Spoleto, nell’ambito del Piano Regionale triennale di edilizia residenziale – POA 2008. Due alloggi sono stati consegnati in Piazza San Michele dell’Addolorata e due a Crocemarroggia.

    Alla cerimonia hanno partecipato l’Assessore Regionale Giuseppe Chianella, il Sindaco Fabrizio Cardarelli, il Vicesindaco Maria Elena Bececco, l’Assessore all’Urbanistica Antonio Cappelletti e il Presidente ATER Umbria Alessandro Almadori, con rispettivi dirigenti e funzionari di riferimento. Il Vicesindaco Bececco ha parlato di occasione preziosa “perché è sempre un momento di grande soddisfazione e quando si riesce a consegnare alle famiglie un bene primario come la casa, fin dall’inizio del nostro mandato una priorità che abbiamo considerato al centro della nostra azione amministrativa e dell’agenda politica”.

    Sia l’assessore regionale Chianella che l’Assessore all’Urbanistica Spoleto Cappelletti hanno sottolineato la sinergia tra Regione, Comune e ATER che ha portato a realizzare interventi utili non solo a fornire risposte adeguate alle pressanti domande abitative ma anche ad un generale processo di riqualificazione urbanistica degli spazi recuperati.

    L’intervento è stato realizzato da ATER Umbria su immobili messi a disposizione dalla Amministrazione Comunale, in particolare gli spazi a completamento della ristrutturazione dell’ex Caserma Nino Bizio in Piazza san Gabriele dell’Addolorata (ex Largo Oberdan) e l’ex scuola di Crocemarroggia. L’intervento ha consentito la disponibilità di 6 nuovi alloggi a canone sociale, di varie dimensioni, 2 assegnati stamani in Piazza San Gabriele dell’Addolorata e altri 4 a Crocemarroggia di cui due assegnati sempre oggi e altri due da assegnare prossimamente.

    Nell’ambito della vigente graduatoria di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale sociale pubblica, nella quale sono presenti 368 domande, sono stati assegnati nel corso del 2016 10 alloggi situati in diverse aree della città, all’interno del centro storico cittadino e in aree limitrofe. Le assegnazioni hanno riguardato famiglie di varie dimensioni, con figli minori, anziani e disabili. Quattro dei nuclei assegnatari sono di nazionalità italiana e 6 non italiana.

    A breve saranno inoltre effettuate altri 9 ulteriori assegnazioni di alloggi in varie parti della città che nel frattempo si sono resi disponibili.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giorgio proietti 2021-08-02 11:46:07
    perchè parlare a vanvera sapete come sono successe le cose?
    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.