‘Colle Ciciano: la Spoon River di Spoleto’ imperdibile appuntamento stamani alle 10:00 al Cimitero Monumentale

  • Letto 1862
  • Proseguono gli appuntamenti con il Maggio dei Libri

    I 100 anni dalla pubblicazione dell’edizione definitiva dell’Antologia di Spoon River sono l’occasione per effettuare una visita guidata al Cimitero monumentale di Spoleto (che sorge sul Colle Ciciano), per una lettura storico artistica del luogo e, attraverso la lettura di alcune lapidi e di alcune storie delle persone sepolte, per riflettere sul ricordo, la memoria e il rapporto con i morti. L’appuntamento, in programma  oggi, domenica 15 maggio alle ore 10, è con Luigi Rambotti, responsabile della Sezione di Archivio di Stato di Spoleto, Leopoldo Bartoli, ricercatore e l’architetto Giuliano Macchia. Seguirà poi, all’interno dell’attigua basilica di San Salvatore, la lettura di alcune poesie di Edgar Lee Master e di alcuni documenti d’archivio su usi e consuetudini di sepoltura, tra cui “Il libro dei morti” del parroco di San Giacomo di inizio Ottocento. Leggeranno per noi: Cristina Antonini, Marina Antonini, Maurizio Armellini e Sandro Fiorelli. Coordina Andrea Tomasini giornalista.

    foto:www.comunespoleto.gov.it

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....