«Le risposte del Sindaco sulle nomine ai collaboratori si realizzano nel fine di non ricever le critiche mosse»

  • Letto 819
  • Spoleto Popolare e Alleanza Civica rispondono all’Amministrazione sulla vicenda delle nomine dei collaboratori di De Augustinis

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Le risposte del Sindaco sulle nomine ai collaboratori si realizzano nel fine di non ricever le critiche mosse.
    Non comprendiamo perché risponda con argomenti che non hanno nulla a che fare con la contestazione fatta.
    Il Sindaco scrive che il Tar del Lazio con sentenza del settembre 2019 ha ritenuto che si possono conferire incarichi a titolo gratuito per CONSULENZE OCCASIONALI ed EVENTUALI in quanto il PROFESSIONISTA NE TRAE VANTAGGI DI CRESCITA PROFESSIONALE E CURRICULARE, tuttavia la decisione si riferisce al caso di un ente statale e non di un ente locale al quale si applica il TUEL e di un avviso pubblico per ricercare gratuitamente professionisti, fattispecie totalmente diversa dal caso delle nomine che riguardano collaboratori del Sindaco.
    Viene anche citata la pronuncia della Corte dei Conti del 2018 per cui è ritenuto vietato conferire incarichi di studio, consulenza o incarichi dirigenziali etc a soggetti in quiescenza, a meno che non siano A TITOLO GRATUITO E PER UN ANNO, VIETANDO SIA LA PROROGA CHE IL RINNOVO. Anche questo c entra poco con il caso delle nomine fatte a Spoleto , dove sono stati incaricati collaboratori alle sue dirette dipendenze e , giova ribadirlo, non consulenti per uno studio specifico.

    Nelle nomine viene conferito incarico DI ASSISTERE il Sindaco e non di consulenza , né vengono conferiti di incarichi dirigenziali, per cui le stesse devono ritenersi NOMINE ad PERSONAM di diretti collaboratori del Sindaco.
    Noi contestiamo l’incompatibilità della figura del Consigliere del Sindaco con l’ordinamento degli enti locali (come ribadito dal Dipartimento per gli affari interni e territoriali) in quanto le nomine negli enti locali possono essere fatte solo per figure tipiche previste esclusivamente dalla legge.
    Il Sindaco può prevedere di istituire uffici di supporto agli organi di direzione politica alle sue dipendenze, ma solo con le procedure previste dall ‘art 90 Dl 267/00 che risultano del tutto diverse da quelle adottate per le nomine. Nei decreti di nomina viene genericamente citato il Tuel, ma nessuno articolo di questa legge
    Quindi ribadiamo che tutto quanto deliberato, non conforme al Tuel, è da considerarsi illegittimo.
    Sono stati nominati diretti collaboratori del Sindaco e non dei consulenti occasionali.
    Alleanza Civica e Spoleto Popolare quindi si rivolgeranno all’Autorità preposte, per chiarire una volta per tutte la legittimità degli incarichi.

    Spoleto Popolare
    Alleanza Civica

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Leo 2021-02-12 14:24:00
    State dimostrando voi consiglieri della lega che siete pari pari uguali a quelli del PD....il che non è un complimento.....
    Luca Filipponi 2021-02-07 12:57:20
    Tania Di Giorgio un direttore musicale ed una artista veramente unica e straordinaria
    Aurelio Fabiani 2021-02-07 09:20:39
    CANZONI CONTRO LA GUERRA - AL MILITE IGNOTO di Claudio Lolli Io lo so chi ti spinse a partire e.....
    Ufficiale: dall'8 al 21 febbraio misure di fascia rossa rafforzata in tutti i comuni della Provincia di Perugia e in sei della Provincia di Terni | Due Mondi News - HealthGlitz 2021-02-06 22:37:54
    […] Read original article here […]
    Daniele 2021-02-04 23:50:49
    Ennesima prova che questa Amministrazione e questo sindaco valgono 0. Fare proclami di successo? Qui a rimetterci sono solo le.....