“Che fine ha fatto la variante al Piano Regolatore?”

  • Letto 537
  • L’interpellanza di Alleanza Civica e Fratelli d’Italia 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Le varie amministrazioni susseguitesi negli ultimi 15 anni hanno sempre individuato tra le priorità dell’Amministrazione il Piano Regolatore Generale: avere uno strumento tecnico pienamente efficace, che pianifica e tutela il territorio consente a tutta la città una programmazione ed una crescita non solo economica ma anche sociale.

    Purtroppo nella città di Spoleto il piano regolatore predisposto dai governi di centro sinistra è stato oggetto prima di ricorsi da privati, poi di annullamento da parte del Tar, poi di successiva sanatoria ed infine di modificazione ed adeguamenti alle leggi regionali in materia. E spesso piuttosto che rappresentare un’opportunità di crescita e sviluppo per la comunità cittadina ed il suo comprensorio, per anni è stato un danno oltre che una beffa per tutte quelle famiglie che erano diventate proprietarie di terreni “agricoli – edificabili”.
    Li definiamo così, perché sostanzialmente l’edificabilità di molti terreni è solo funzionale al pagamento dell’IMU, utile alle casse comunali.
    Sono ormai trascorsi quasi 6 mesi dalla proclamazione del Sindaco, e di piano regolatore nemmeno una parola.

    Gli uffici hanno da tempo compiuto tutti gli atti di loro competenza affinché la variante al PRG parte operativa possa esse discussa dagli organi preposti e successivamente adottata, ma ribadiamo, trascorsi quasi 6 mesi dall’insediamento del sindaco Sisti e della sua giunta, presentate le linee di mandato, ad oggi non abbiamo alcuna notizia in merito alle scelte che l’esecutivo in carica intende adottare in materia di Piano Regolatore.

    Mentre i cittadini-bancomat, ancora una volta, continuano a pagare. Nei mesi scorsi i cittadini hanno continuato a ricevere avvisi di pagamento IMU, mentre i tecnici del settore (geometri, ingegneri etc) e le aziende sono in attesa di informazioni per realizzare progetti ed edificazioni ferme da troppi anni.

    Ancora una volta, visto che l’amministrazione Sisti non ha affrontato con atti ufficiali l’argomento, noi abbiamo presentato un atto ufficiale in consiglio comunale per chiedere e dare risposte ai cittadini.
    Con la nostra interpellenza chiediamo di conoscere entro quale data intendono portare in discussione la variante al PRG parte operativa per la sua adozione e finalmente dare esecuzione al Piano Regolatore Generale di Spoleto.

    Alessandro Cretoni
    Alessandra Dottarelli
    Gianmarco Profili

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Adolfo Sandri Poli 2022-06-11 01:36:02
    Mi congratulo co rinnovata speranza con i Consiglieri Grifoni, Dottarelli, Cretini, Imbriani, Profili, (l'ordine dei nomi è casuale) per le.....
    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....