Campionato Primavera, Perugia battuto 2-1 a Verona dall’Hellas

  • Letto 1228
  • Il Perugia sbaglia l’impossibile e viene punito da due rigori, di cui uno inesistente. Finisce così 2-1 per il Verona una partita che ha il sapore della beffa.
    Tante le occasioni sprecate dai biancorossi che hanno giocato una gara ordinata e attenta, forse fin qui la migliore della stagione a cominciare dal portiere Santopadre che anche oggi si è dimostrato reattivo e sicuro. A tutto ciò si è aggiunta la giornata poco felice della terna arbitrale. Dall’altra parte i gialloblu erano privi dell’attaccante Lancia e del difensore Ricciardi (10 gol in due), troppo poco per giustificare una prova sottotono.
    imageNei primi venti minuti niente di rilevante. Poi la partita si accende, prima con Speri che con un movimento taglia fuori la difesa biancorossa, si invola verso la porta ma davanti a Santopadre aspetta troppo consentendo al numero uno biancorosso di chiudere lo specchio deviando in angolo. Sul successivo calcio d’angolo Casale, lasciato colpevolmente solo, colpisce di testa da pochi passi ma ancora Santopadre è reattivo e impedisce il gol.
    Al primo vero affondo il Perugia passa. Un cross dalla sinistra viene rinviato malamente da Badan, Buzzi non ci pensa due volte e con un destro rasoterra ad incrociare trova il varco giusto per superare Salvetti, palo interno e gol. Terzo gol in campionato per l’attaccante classe ’98.
    Neanche il tempo di gioire che Salifu penetra in area e cade sull’uscita di Santopadre che tocca prima il pallone ma per il sig. Maggiori di Lecco è rigore e cartellino giallo per il portiere. Dagnoni rimane freddo e fa 1-1 nonostante Santopadre intuisca. I ragazzi di Recchi però sono in partita e al 42’ Mirval ha un buona occasione ma il suo tiro in area viene bloccato da Salvetti. Prima del riposo altra grande occasione su calcio d’angolo per il Verona con Mirval che sulla linea di porta salva un gol praticamente fatto.
    Nella ripresa ha dell’incredibile quello che riesce a sbagliare il Perugia nel giro di cinque minuti. Prima Jakovlevs crossa dalla destra, Salvetti esce in tuffo e respinge sui piedi di Mirval che al volo a porta image manda sopra la traversa. Un minuto dopo, su un cross spiovente, Vicaroni colpisce debole di testa all’interno dell’area piccola. Poi ancora Mirval ruba palla al difensore, si invola verso la porta e tenta di driblare il portiere che non abbocca e blocca la sfera.
    Il Verona ci prova con Hoxha, tiro rasoterra bloccato facile dal portiere. Al 38’ è Buzzi a fallire un’altra occasione tentando un pallonetto che Salvetti blocca.
    Al 44’ l’episodio che decide la partita. Tiro dal limite su cui Maestrelli si oppone con le braccia. Altro rigore che Dagnoni trasforma sotto l’incrocio. 2-1, la beffa è servita. Nel finale espulso mister Recchi per proteste.
    “Chiedo scusa per la mia reazione – spiega a fine gara Valeriano Recchi, alla sua prima espulsione in carriera – ma era difficile rimanere sereni dopo tutto quello che è accaduto. Non mi riferisco solo ai rigori ma anche alla gestione delle ammonizioni”. L’amarezza rischia di far passare in secondo piano la grande prova della squadra. “L’unico rammarico sono state le occasioni non concretizzate – aggiunge – per il resto gara maiuscola dei ragazzi. Mi dispiace per Mirval che ha giocato sapendo di un lutto familiare che lo ha colpito”.
    Deluso e arrabbiato anche Mattia Bianchi. “Sconfitta immeritata – dice il difensore – abbiamo giocato compatti, dovevamo essere più concreti. Peccato per l’arbitraggio..”.

    PROSSIMO TURNO: Perugia-Udinese, sabato 23 gennaio

    HELLAS VERONA: Salvetti, Pavan, Badan, Salifu, Miron (21’ st Contri), Casale, Tronco (25’ st Hoxha), Guglielmelli (40’ pt Pinton), Tupta, Speri, Dagnoni. A disp.: Vencato, Pellicani, Buxton. All. Pavanel
    PERUGIA: Santopadre, Polidori Garofalo (21’ st Trequattrini), De Iuliis (38’ st Pellegrini), Maestrelli, Bianchi, Buzzi, Varfaj, Mirval, Jakovlevs (32’ st Rondoni), Vicaroni. A disp.: Torresi, Bonfini, Gualtieri, Trecchiodi, Salvucci. All. Recchi
    ARBITRO: Maggioni di Lecco (Lipizer di Udine – Bassutti di Maniago)
    RETI: 27’ pt Buzzi, 28’ pt (r) e 44′ st (r) Dagnoni
    NOTE: espulso al 48′ st mister Recchi per proteste. Ammoniti Santopadre, Jakovlevs, Salifu, Speri, Maestrelli

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    carlo 2021-04-10 17:38:23
    Me sta bene tutto, ma tocca esse 'mbriachi o camminare con la testa tra le nuvole. meglio che se ne.....
    Le ceneri di Gramsci 2021-04-05 14:08:06
    La lettura del comunicato del PD rappresenta, per chi fosse un vecchio simpatizzante, un vero insulto alla tradizione di un.....
    Zorro 2021-04-03 10:46:44
    Questi sono i cosiddetti civici volontari...o meglio i dott.vinavil....che vergogna solidarietà al dott marco trippetti!
    Zorro 2021-03-15 06:31:51
    Si infatti si potrebbero prendere ad esempio gli amministratori 5 stelle o meglio da dimenticare a partire da roma.....e questione.....
    marco marcucci 2021-03-11 08:07:54
    Bravo Luca