Benedetta Capocci é il nuovo presidente del Rotaract di Spoleto – intervista

  • Letto 1801
  • La neo presidente: «Il Rotaract è azione; è attraverso la stessa che nasce il Servizio, il motore della nostra associazione»

    (DMN) Spoleto – Incontriamo oggi il nuovo Presidente del Rotaract di Spoleto Benedetta Capocci, che ci guiderà alla conoscenza di questo club e del suo operato.

    Benedetta intanto complimenti per la tua recente nomina a Presidente, raccontaci qualcosa del tuo impegno sociale con il Rotaract.
    Quando inizia?

    La mia esperienza nel Rotaract è iniziata nel gennaio del 2015

    Come è stato questo percorso? Cosa ti ha spinto a essere parte attiva del Rotaract?

    Sono parte di questa associazione da quattro anni ormai. Sicuramente la condivisione di valori, unita alle diversità proprie di ciascuno, mi spingono ogni giorno a mettermi al servizio della comunità e di chi, insieme a me, crede nella forza di una o più idee. Ho sempre trovato nel mio Club la motivazione giusta per “fare”; soprattutto mi sento in dovere di ringraziare ciascun socio per avermi concesso, e per concedermi tutt’ora, la ben più importante opportunità di “essere”. Credo, infatti, che per fare e fare bene occorra sentirsi liberi di mostrarsi per quello che si è. Solo così è possibile raggiungere un confronto profondo e costruttivo che permetta di dare concretezza e seguito a un pensiero.

    Quali sono le attività principali del Rotaract a livello nazionale e in particolare a Spoleto? Avete molti ragazzi iscritti? Ci sono delle limitazioni d’età per partecipare?

    Il Rotaract è un’associazione aperta a ragazzi di età compresa tra i 18 e i 31 anni. Il Rotaract è azione; è attraverso la stessa che nasce il Servizio, il motore della nostra associazione. Il carburante, invece, siamo noi, tutti, che creando una rete umana, attenta alle esigenze della collettività, ci proponiamo l’obiettivo di far vivere le idee sviluppatesi in un clima di condivisione di intenti.
    Ad oggi siamo 11 soci effettivi e stiamo lavorando per cercare di reclutare ragazzi e ragazze volenterosi di vivere insieme a noi quest’esperienza fatta di ascolto, attenzione nei confronti dell’altro e azione. A tal proposito cito Paul Harris, fondatore del Rotary International il quale, durante la Convention tenutasi a Los Angeles nel 1922, disse:
    “L’amicizia è una forza di vita, non una semplice indulgenza. L’amicizia è qualcosa di più della convivialità. Se fosse niente di più di convivialità, il Rotary tornerebbe indietro al concetto di amicizia di molto tempo fa. L’amicizia, come la felicità, è spesso sfuggente quando è cercata per se stessi, mentre resta, anche non cercata, negli uomini quando lavorano insieme per una causa valida”.

    Tra le cause valide, cito il service “La solitudine è solo una sensazione”, finalizzato alla sensibilizzazione sulla depressione e sui disturbi psicologici che spesso possono condurre all’autolesionismo e al suicidio. Il sentimento fondante è quello di non voler diventare indifferenti di fronte alle problematiche che possono manifestarsi nel corso della vita. Il progetto, tra gli altri, persegue anche lo scopo di raccogliere, attraverso la vendita di magliette, i fondi necessari per sostenere associazioni che si occupano di fornire assistenza psicologica a ragazzi con disturbi del comportamento alimentare.

    Tra le altre attività, menziono il progetto sull’alimentazione, nato con lo scopo di favorire l’educazione alimentare degli adolescenti. Il progetto si concretizza attraverso l’ingresso di esperti e preparati nutrizionisti negli istituti superiori della città, i quali, per mezzo di lezioni interattive che mirano a stimolare la curiosità e l’attivo coinvolgimento dei ragazzi, mettono a disposizione degli stessi le loro competenze.

    Ora sei il nuovo Presidente per l’anno 2019/2020. Qual è il tuo programma per questo mandato? Avete dei progetti avviati o che partiranno a breve in città?

    Per il futuro mi propongo di dare continuità al Club, in un’ottica di conservazione e rinnovamento. Pertanto, continueremo a portare avanti molti dei progetti già avviati, promossi e consolidati. Allo stesso tempo ci saranno tante altre novità, motivo per cui non vi resta che seguirci.
    Ci stiamo adoperando per la realizzazione di progetti legati al cyberbullismo e all’educazione sessuale, tematiche, quest’ultime, su cui è necessario focalizzare l’attenzione dei più.

    La campagna sulla solitudine, promossa negli anni passati con successo, vedrà ancora nuove iniziative?

    Il progetto “La solitudine è solo una sensazione” avrà largo spazio. In virtù di ciò, ci stiamo attivando per promuovere nuove iniziative di ampio respiro che coinvolgano la città sì da continuare a diffondere un messaggio di speranza, di presenza, di impegno e di vicinanza per chiunque si senta solo o per chi si trovi a vivere accanto a persone con problemi di natura psicologica.

    Grazie per aver partecipato a questa breve intervista Benedetta e grazie ai ragazzi del Rotaract per il loro impegno sociale.

    Alessio Cao – Due Mondi News

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....