Alleanza Civica e Spoleto Popolare, ancora all’attacco dell’Amministrazione Comunale

  • Letto 1066
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

    Vicenda Palatenda e consulenti di De Augustinis nel mirino

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    La nuova Amministrazione continua ad esprimere solo dubbi sulla regolarità del progetto di ristrutturazione del Palatenda .
    Dopo aver fatto fare una pessima figura alla città appena due settimane fa, con la dichiarazione ai giornali che la Croce Rossa non aveva più i fondi a disposizione, prontamente smentita dai diretti interessati, l’Amministrazione del Dott. De Augustinis dà notizia di avere dubbi sulla legittimità del procedimento di riscatto anticipato del leasing con l’accensione di un mutuo. Adesso magari tireranno fuori la necessità di chiedere un parere a chissà chi e faranno passare tempo lasciando il progetto lì insabbiato.
    Ma è possibile andare continuamente a ricercare titoloni sui giornali sulla base di dichiarazioni che si fondano su dubbi e non su precise e circostanziate dichiarazioni dell’Amministrazione? E possibile che il nostro Sindaco e tutti i suoi esperti, i collaboratori e tutti i vari Consiglieri e Assessori ancora riescano ad esprimere solo dubbi e non si siano date risposte precise in più 100 giorni?
    Oramai è chiaro che si tratta solo di una questione di puntiglio nel non voler portare a compimento un’operazione iniziata dalla precedente amministrazione. Ma quello che non è chiaro a questa amministrazione è che non si tratta di vanificare il lavoro compiuto da quella che oggi è opposizione, ma di vanificare lavoro e risorse messe in atto dalla struttura pubblica che aveva lavorato , valutato progetti ed espresso delibere supportate da pareri di legittimità. Non facciamo altro che ripetere che quando si tratta di procedure amministrative il sindaco deve essere chiaro e se queste sono illegittime, allora devono essere annullati tutti gli atti relativi, e vanno individuate le norme in base alle quali vengono annullati.
    Pensiamo al bene della città! Pensiamo a concretizzare! Avrete modo di far vedere la vostra creatività nei progetti da mettere in campo senza dover per forza distruggere i progetti di altri. La città ha bisogno di andare avanti adesso e non si può permettere di aspettare o rinunciare a finanziamenti e progetti già pronti.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Noi, come nostro costume, vogliamo essere più trasparenti e vogliamo chiaramente dire che si sta prefigurando un grave danno per Spoleto. Abbandonare il progetto di ristrutturazione del Palatenda significa lasciare quella struttura inutilizzabile e nel degrado mentre, nello stesso tempo, al Comune rimane l’obbligo contrattuale di pagare ancora circa 700.000 € oltre ai circa 500.000€ già pagati. E’ da irresponsabili!
    Esistono infiniti esempi di opere incompiute nel nostro paese che hanno visto intervenire la Corte dei Conti che ha sanzionato quelle Amministrazioni che hanno ritenuto di potersi disinteressare di un problema esistente nel loro territorio non intervenendo in situazioni di danno attuale per l’Erario.
    Noi dubbi non ne abbiamo e chi invece prende le sue decisioni o fa proclami solo sulla base di dubbi farebbe bene definitivamente a chiarirseli.
    Invece di preoccuparsi della legittimità di ciò che è stato già deliberato, l’attuale amministrazione farebbe bene a porre la sua attenzione sulla tutela della legittimità degli atti che pone in essere.
    E siccome noi non ci nascondiamo sui mezzi annunci abbiamo provveduto a presentare un’interrogazione sulle nomine che il Dott. De Augustinis ha ritenuto di fare con decreto sindacale di due esperti che dovrebbero coadiuvarlo: nomine secondo noi illegittime e da revocare. Dall’esame degli atti non è dato rinvenire il procedimento sulla base del quale la nomina è stata effettuata. Noi l’analisi dell’insufficienza di tali decreti abbiamo provveduto a metterla per iscritto e ci auguriamo che l’Amministrazione cessi di parlare di dubbi ed inizi a dare risposte precise e puntuali. Il Sindaco poteva nominare un proprio gabinetto ma non persone che possano sostituirlo né dare deleghe a persone diverse dagli Assessori: il Tuel non prevede queste figure negli Enti Locali e si potrebbe generare confusione ed intralciare il regolare funzionamento della struttura amministrativa.
    La questione è divenuta pure di principio e ci sta particolarmente a cuore in quanto vediamo continuamente lanciare generiche accuse di gravi e presunte irregolarità attribuite alla condotta della precedente amministrazione, per poi nominare due collaboratori in assenza di qualsiasi norma di rifermento.

    Alleanza Civica

    Spoleto Popolare

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Leo 2021-02-12 14:24:00
    State dimostrando voi consiglieri della lega che siete pari pari uguali a quelli del PD....il che non è un complimento.....
    Luca Filipponi 2021-02-07 12:57:20
    Tania Di Giorgio un direttore musicale ed una artista veramente unica e straordinaria
    Aurelio Fabiani 2021-02-07 09:20:39
    CANZONI CONTRO LA GUERRA - AL MILITE IGNOTO di Claudio Lolli Io lo so chi ti spinse a partire e.....
    Ufficiale: dall'8 al 21 febbraio misure di fascia rossa rafforzata in tutti i comuni della Provincia di Perugia e in sei della Provincia di Terni | Due Mondi News - HealthGlitz 2021-02-06 22:37:54
    […] Read original article here […]
    Daniele 2021-02-04 23:50:49
    Ennesima prova che questa Amministrazione e questo sindaco valgono 0. Fare proclami di successo? Qui a rimetterci sono solo le.....