Alla Rocca Albornoz la mostra diffusa “Longobardi in vetrina: l’intelligenza nelle mani”

  • Letto 896
  • Dal 24 gennaio al 21 luglio al Museo Nazionale del Ducato

    Nell’ambito della mostra diffusa Longobardi in vetrina, il Museo ospiterà una sezione dedicata all’Intelligenza nelle maniL’integrazione della tradizione romano-bizantina nella cultura longobarda in un scambio fra Roma e Spoleto.

    Il tema scelto propone di illustrare i saperi tecnici-produttivi dei Longobardi in Italia e di individuare i processi che portarono questo popolo a integrare il loro patrimonio tecnico, tipico delle popolazioni germaniche, con quello romano-bizantino di matrice mediterranea, in un periodo di passaggio tra il periodo tardo antico e l’alto medioevo.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Per illustrare le abilità artigianali dei Longobardi sono stati perlopiù selezionati oggetti in metallo provenienti dalle necropoli di Nocera Umbra (PG) e Castel Trosino (AP), realizzati utilizzando tecniche diverse: fusione a stampo, cloisonné, punzonatura, filigrana, agemina, e niello.
    Non manca infine un breve accenno alla produzione ceramica che presenta caratteristiche proprie ben individuabili.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2020-10-29 09:13:13
    SENZA VERGOGNA. La Destra si "intorcina" tra facce impresentabili e ipocrisie sconfinate. I due signori rappresentanti dell'estrema Destra umbra che.....
    Paolo 2020-10-25 10:49:21
    Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....
    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....