Al via Primavera in Valnerina, Sant’Anatolia celebra i fiori e la natura

  • Letto 205
  • Fino a domenica primo maggio la 15esima mostra mercato del giardinaggio e del florovivaismo

    Oltre 70 vivaisti e fioristi nello straordinario scenario naturale dell’Abbazia dei santi Felice e Mauro. Anche prodotti tipici e artigianato 

    Tripudio di colori e profumi nello straordinario scenario naturalistico che circonda l’antica Abbazia dei santi Felice e Mauro dove venerdì 29 aprile si è aperta la 15esima edizione di Primavera in Valnerina. La mostra mercato del giardinaggio e del florovivaismo è così in scena a Sant’Anatolia di Narco, nella frazione di Castel San Felice, fino a domenica primo maggio, grazie anche al Gal Valle Umbra e Sibillini che ha dato il suo contributo alla realizzazione dell’evento nell’ambito del Programma di sviluppo rurale per l’Umbria 2014-2020.
    Ad accogliere i turisti, ma anche le scuole del territorio, in un ambiente particolarmente suggestivo, oltre settanta vivaisti e fioristi provenienti da diversi parti d’Italia, che espongono piante officinali, fruttive, ortive e ornamentali ma anche rare e insolite. Non solo. In quest’area immersa nella natura, sulle rive del fiume Nera, sono infatti presenti stand di prodotti tipici e artigianato locale della Valnerina.

    A completare l’offerta anche tante iniziative d’intrattenimento e laboratori orto-floro-frutticoli. A inaugurare la manifestazione sono stati Tullio Fibraroli, Gianfrancesco Flavoni, Anna Corti e Arianna Giovannini, rispettivamente sindaco, vicesindaco, assessore e responsabile dell’Ufficio Marketing turistico ed operativo del Comune di Sant’Anatolia di Narco. Presente, tra gli altri, Domenico Ignozza, presidente del Coni Umbria, intervenuto per un convegno su tematiche sportive.
    “Dopo due anni di stop forzato – ha detto il sindaco Fibraroli – sentivamo proprio il bisogno di tornare a celebrare insieme questo bellissimo evento all’aria aperta. In questo paesaggio incantevole si può scoprire un percorso sensoriale veramente indimenticabile”. “Tanti sono i turisti che stanno venendo a trovarci – ha commentato Giovannini –. Ci sono persone da un po’ tutta Italia, molti da Lazio, Marche, Piemonte e Liguria. Abbiamo tantissime varietà di fiori, dalle erbe aromatiche ai frutti antichi. Ma anche prodotti come saponi e oli essenziali. Abbiamo coinvolto tante associazioni del territorio con l’obiettivo di fare rete. Abbiamo inoltre ospitato la scuola dell’infanzia di Scheggino, la primaria e l’istituto agrario di Sant’Anatolia che hanno potuto partecipare a tanti laborator”.
    Nell’ambito di Primavera in Valnerina saranno anche inaugurati il ponte medievale sul Nera e i locali dell’ex osteria, completamente rimessi a nuovo dopo i lavori di riqualificazione (sabato 30 alle 12). Inoltre, i Comuni di Sant’Anatolia di Narco, Scheggino e Vallo di Nera firmeranno e adotteranno ‘La nuova carta dei diritti della bambina’ (domenica dopo le 15.30).

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....
    Aurelio Fabiani 2022-04-02 17:20:04
    Bene, è importante solidarizzare con chi scappa dalla guerra, ma ci sarebbe piaciuto che i Grifoni di tutta la terra.....