A Spoleto in 130 per partecipare all’International Dance Competition

  • Letto 256
  • La Settimana Internazionale della Danza da domenica 15 al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

    Il Palazzo Comunale di Spoleto ha ospitato la conferenza di presentazione di quella che sarà la 30esima edizione per l’International Dance Competition Spoleto che si svolgerà presso il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti dal 15 al 21 di Maggio.

    A moderare l’incontro con la stampa il giornalista Federico Fioravanti che ha ricordato come questa sia la 20esima edizione ospitata dalla Città di Spoleto lasciando poi la parola al primo cittadino Andrea Sisti: “Le manifestazioni più belle non hanno età, proprio come le opere d’arte, e quello dell’Idc Spoleto è un grande messaggio di speranza in un momento in cui la pandemia non ci ha ancora del tutto lasciati. Per questo vogliamo essere disponibili e attenti verso questo tipo di iniziative, capaci di amplificare messaggi così importanti.”

    L’evento quest’anno conterà circa 130 partecipanti con danzatori provenienti non solo dall’Italia ma anche da Ungheria, Corea, Ucraina e Bulgaria. Considerati insegnanti, organizzatori e accompagnatori l’indotto è di circa 350 persone, un chiaro beneficio economico per la città come sottolineato dell’Assessore al marketing e innovazione imprenditoriale e del turismo 4.0 per la valorizzazione dell’economia locale Giovanni Angelini Paroli: “Se grandi manifestazioni come questa trovano una casa a Spoleto per cosi tanti anni questo si tramuta in una conoscenza del brand Spoleto in tutto il mondo e noi non possiamo che esserne felici.”

    L’internazionalità dell’evento è certa; partecipanti e giuria provengono da tutto il mondo, la manifestazione è gemellata con il festival cinese International Dance Competition China – Spoleto ed è l’unica in Italia a far parte dell’International Federation o Ballet Competition che racchiude i concorsi di danza più blasonati al mondo.

    La parola poi al Direttore Generale Paolo Boncompagni: “Spero che questo sia l’anno della rinascita. L’edizione del 2020 è saltata a causa della pandemia, quella del 2021 è stata ridimensionata e, sebbene di altissima qualità, è stata esclusivamente italiana per via delle restrizioni sanitarie. Quest’anno abbiamo una giuria internazionale straordinaria, una eccezionale inaugurazione con lo spettacolo della Compagnia Coreana Mut Dance e la grande chiusura con il Gala dei Vincitori. Ringrazio il Comune di Spoleto e la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto che ci hanno sempre supportato.”

    A presiedere la Giuria 2022 sarà Maria Grazia Garofoli, già etoile del Teatro La Fenice di Venezia, Direttore del Corpo di Ballo Arena di Verona e Direttore di compagnia. Al suo fianco: Julio Bocca, già Etoile Internazionale, uno dei più brillanti danzatori odierni, sensibile interprete di coreografie temporanee e di folclore argentino; Oleksi Bessmertni, fondatore e Direttore Artistico del Festival internazionale di danza Tanzolymp di Berlino; Kathryn Bennetts, dall’Australia, Direttore Artistico del Royal Ballet of Flanders fino al 2012, attualmente mette in scena le opere di Willians Forsyte in tutto il mondo; Kim Jung A, Presidente e Direttrice artistica della compagnia MutDance, docente per il corso master presso varie università in Corea, tra cui Ewha Womans University, Daegu Yeungnam University e Seowon University; Serge Bondur, Artista Emerito del Popolo Ucraino, insegnante e maitre du ballet all’Opera Nazionale di Kiev.

    Tornerà anche il Premio della Critica, il primo ad essere inserito all’interno di un concorso di Danza (2012), ideato da Sara Zuccari, giornalista, storico, critico di danza per Tgcom24 Mediaset e Direttore del Giornale della Danza, che anche quest’anno ne presiederà la Giuria.

    Il Direttore Artistico Irina Kashkova ha deciso di affidare l’apertura del trentennale allo spettacolo Fiore della Danza Coreana della Compagnia Mut Dance. Presenti alla conferenza stampa il soprano Cecilia Kim Hyum Chung e le 17 danzatrici che si esibiranno domenica 15 sul palco del Teatro Menotti, e la Direttrice, la coreografa Kim Jung A che ha subito apprezzato l’atmosfera spoletina: “Sono rimasta molto colpita dalla bellezza della città, è la prima volta per me e questa calorosa accoglienza mi ha commosso.”

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....
    Aurelio Fabiani 2022-04-02 17:20:04
    Bene, è importante solidarizzare con chi scappa dalla guerra, ma ci sarebbe piaciuto che i Grifoni di tutta la terra.....