A Spoleto il convegno “Primo Levi testimone dei diritti negati”

  • Letto 137
  • Sabato 23 novembre alle ore 9, Albornoz Palace Hotel

    Il Coordinamento per la pace, i diritti umani e la difesa dell’ambiente a Spoleto organizza per sabato 23 novembre alle ore 9 presso l’Albornoz Palace Hotel (Via G. Matteotti, 16) l’incontro dedicato al testimone Primo Levi, nell’annualità che coincide con il centenario della sua nascita.

    Questa iniziativa si potrebbe ben inserire in tutte quelle attività che quest’anno si stanno svolgendo, in Italia e all’estero, per valorizzare la memoria morale e civile dello scrittore piemontese. Come ad esempio la creazione a Roma di un Comitato per le celebrazioni dedicate proprio a questa figura e che è costituito tra gli altri dalla senatrice Liliana Segre, recentemente oggetto di minacce tali da farle assegnare una scorta dalla prefettura di Milano.

    È nello stesso contesto di memoria e impegno civile che il Coordinamento per la pace, i diritti umani e la difesa dell’ambiente, creato nella primavera scorsa e diventato punto di riferimento per questo tipo di iniziative nella regione, si è costituito a Spoleto con l’intento di fare e di non voltarsi dall’altra parte.

    Tale la ragione e il valore per cui è attesa la partecipazione delle scuole e della cittadinanza tutta verso un argomento che, non solo non può essere dimenticato, ma di cui è necessario riparlare in un momento storico come quello in cui viviamo per tenere alta l’attenzione.

    Da una preghiera ebraica, Shemà, da cui Levi raccontava il campo di concentramento, è ripresa la frase iscritta sulla locandina dell’evento “…considerate se questo è un uomo” che impressa, è utile a introdurre gli ospiti che interverranno al convegno coordinati dal giornalista e referente di Libera Perugia Fabrizio Ricci: a Barbara Curti dello stesso Coordinamento è affidata l’introduzione, poi la parola passerà al giornalista Francesco Aiello, ai docenti di diritto comparato e letteratura italiana, rispettivamente, Mauro Volpi e Nazareno Romani, alla presidente dell’ANPI Umbria Mari Franceschini e alle letture a cura di Marina Antonini e Maurizio Armellini.

    A comporre il Coordinamento una rete di associazioni che, allo stesso modo, condividono i principi e i valori ivi espressi e che aderirono anche al primo dei convegni organizzati sul tema dei diritti umani il 31 maggio scorso. Parliamo di A sinistra per Spoleto, Associazione Cristian Panetto, Città Nuova, CittadinanzAttiva, Comitato per conoscere e diffondere la Costituzione, Coordinamento per i migranti, Coordinamento democrazia costituzionale, Donne contro la guerra, Legambiente, Libera, Ora Spoleto, Spi Cgil Spoleto e, recentemente anche Amnesty International Italia sez. Terni.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Piero Gasparri 2019-12-05 16:36:17
    grande fotografo, sono orgoglioso di te
    Carlo Neri 2019-12-04 16:16:10
    Ma il sindaco lo sa che i fans di Patti Smith, quelli di una certa età, sono gli stessi che.....
    Adia fabbrizi 2019-12-02 18:17:11
    Alla frazione di Montebibico questa interruzione non credo comporti alcunché, in quanto la frazione si trova a 5 Km dal.....
    Patti Smith laureata ad honorem all'università di Padova | Il Bo Live … – Servizio di informazione 2019-11-29 14:05:45
    […] Spoleto, attesa per il concerto di Patti Smith | Due Mondi News – Il … […]
    vanda 2019-11-29 08:52:04
    Quando vado a Norcia durante la settimana cerco sempre qualcosa che mi comunichi che questo posto riprenda a vivere ...davanti.....