22 marzo, a Spoleto si celebra la ‘Giornata della Memoria Cittadina’

  • Letto 905
  • In ricordo della terribile esplosione che costò la vita a 23 minatori delle Miniere di Morgnano

    Il 22 marzo è stata indicata dal Comune di Spoleto come “Giornata della Memoria” in ricordo della terribile esplosione che costò la vita a 23 minatori delle Miniere di Morgnano.

    Alle 5,40 del mattino del 22 marzo del 1955, a pochi minuti dalla fine del turno di notte, una sacca di grisou ruppe uno spesso diaframma di roccia e carbone, sfogando violentemente in una galleria in tracciamento.

    Il gas si diffuse nelle gallerie vicine e, mescolatosi all’aria, si trasformò in una micidiale miscela esplosiva, pronta ad esplodere al minimo innesto, alla più piccola scintilla. 

    L’Amministrazione comunale ha inteso istituire una giornata dedicata alla memoria e alla identità storica e sociale della città, per ricordare tutti quegli avvenimenti che in qualche modo hanno avuto una rilevanza dal punto di vista sociale e culturale coinvolgendo gran parte della popolazione. Una giornata per non cancellare il passato dalla memoria degli adulti, per fare in modo che i giovani ricordino e non perdano il legame con le loro origini.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....