La furba e lo sciocco

Successo per la stagione lirica di Spoleto e dell’Umbria firmata Teatro Lirico Sperimentale

  • Letto 495
  • 6 produzioni, 23 recite d’opera, 12 concerti lirico-vocali, 12.000 spettatori

    28 cantanti solisti, 46 professori d’orchestra, 34 artisti del coro, 30 tra tecnici e personale di produzione

     

    È giunta al termine la settantaduesima Stagione Lirica Sperimentale 2018, registrando al botteghino circa 10.000 spettatori per sei produzioni e 23 rappresentazioni (di cui una dell’opera Lontano da qui nell’ambito del Progetto Spoleto-Valnerina), che ha portato a Spoleto e nella maggiori città umbre il teatro musicale presentando repertori di varie epoche, dal ‘700 ai nostri giorni e nelle varie forme: opera, intermezzo buffo, liederistica, opera-comique. Fedele alle sue finalità, la Stagione si è confermata “Sperimentale”, una Stagione Lirica nella quale si sperimentano le voce dei nuovi giovani cantanti, come i vincitori dei concorsi del Teatro Lirico Sperimentale e coloro selezionati nelle audizione collegate al celebre Concorso umbro.

    In agosto, la prima kermesse musicale andata in scena come anteprima della Stagione Lirica Sperimentale, in collaborazione con il Comune di Spoleto, è stata Eine Kleine Musik 2018 dedicata quest’anno alla Francia con un prologo con musiche di F. Poulenc, M. Ravel e E. Satie e culminata con la messa in scena dell’opera di Jacques Offenbach, Ba-Ta-Clan (regia di Giorgio Bongiovanni e di Lisa Nava; costumi di Clelia De Angelis; luci di Eva Bruno). Il Progetto Opera Nova 2018 ha visto in scena l’opera contemporanea Lontano da quicommissionata dal Teatro Lirico Sperimentale al compositore Filippo Perocco, su libretto di Riccardo Fazi, (Direttore Marco Angius; Regia di Claudia Sorace / Muta Imago; Direzione tecnica e video Maria Elena Fusacchia). La commissione dell’opera, coprodotta con la Fondazione I Teatri di Reggio Emiliaha ricevuto il sostegno della prestigiosa Ernst Von Siemens Music Fondation. Il giorno 6 settembre l’opera è stata presentata in anteprima per gli abitanti della Valnerina, nell’ambito del Progetto Spoleto-Valnerina, che hanno apprezzato l’opera a loro dedicata, riconoscendo il loro territorio nei video e nelle immagini presentate, oltre alla vicinanza con il tema trattato. L’opera è stata replicata nei giorni 28 e 30 settembre 2018 presso il Teatro La Cavallerizza di Reggio Emilia.

    La Stagione è poi continuata con la prima esecuzione nella nuova edizione critica curata da Eric Boaro de La furba e lo sciocco di Domenico Sarri (Direttore Pierfrancesco Borrelli; Regia di Andrea Stanisci; Costumi di Clelia De Angelis; luci di Eva Bruno), andata in scena grazie alla collaborazione con il Centro Studi Pergolesi dell’Università degli Studi di Milano e al contributo della Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini. Confermato anche per il 2018 l’appuntamento con la liederistica con lo spettacolo Zigeunerlieder, andato in scena presso il complesso di Villa Redenta di Spoleto, con musiche di J. Brahms, E. Grieg, R. Schumann, A. Dvořák e D.Šostakovič (Regia, direzione e realizzazione video di Lisa Nava; luci di Eva Bruno; voce recitante Tommaso Minniti).

    L’opera del grande repertorio classico presentata nel 2018 è stata La Traviata, in dodici recite a Spoleto e nelle maggiori città dell’Umbria (Assisi, Città di Castello, Todi e Orvieto), dedicando quattro recite al pubblico delle scuole, portando oltre 2.000 ragazzi in teatro (Direttore Carlo Palleschi; Regia di Giorgio Bongiovanni; scene di Andrea Stanisci; costumi di Clelia De Angelis; luci di Eva Bruno).

    Oltre alla Stagione Lirica i cantanti dello Sperimentale si sono esibiti nella seconda metà dell’anno in oltre 12 concerti e appuntamenti, rinnovando collaborazioni importanti come quella con il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival delle Nazioni di Città di Castello e le Biblioteche del Comune di Spoleto; sono stati in scena per i concerti di fine masterclass presso la Sala Monterosso di Villa Redenta, i Recital Note Lettere in diversi luoghi della città di Spoleto, il concerto rossiniano nell’ambito del Festival delle Nazioni, oltre all’apprezzata recita della Cenerentola insieme messa in scena il giorno 3 luglio 2018 nell’ambito del 62mo Festival dei Due Mondi.

    Importanti anche le attività dedicate ai bambini e in particolare ai Piccoli Cori di Spoleto e della Valnerina che si sono esibiti e si esibiranno in diversi concerti in Umbria, collaborando con il Comune di Castel Ritaldi e nell’ambito del Progetto Spoleto-Valnerina.

    Si ringraziano il Ministero per i Beni e Attività Culturali, la Regione dell’Umbria, il Comune di Spoleto, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e la Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini, nonché le Amministrazioni Comunali di Assisi, Città di Castello, Todi e Orvieto e l’Associazione TE.Ma di Orvieto. Inoltre, si ringraziano tutti i, cantanti, professori d’orchestra, direttori, registi e tecnici che hanno preso parte con impegno e passione a questa 72ma Stagione Lirica.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Roberta Privitera 2018-12-07 21:25:18
    In un pianeta al collasso a causa delle politiche energetiche sbagliate, se non folli, bisogna far sentire forte la voce.....
    Giuliano 2018-12-06 20:05:03
    Comune sindaco.. Consiglieri... Amministratori.. Dovete solo dire grazie a chi mette soldi. Tempo. Passione. Energia per lo spoleto calcio.. Venite.....
    Antonio Sbicca 2018-12-06 19:41:40
    Io mi domando con che criterio parlate voi del Comune i diretti interessati non vi vedete mai allo Stadio nessuno.....
    Fabrizio Cassoni 2018-11-17 06:43:23
    Ancora una volta la nostra SPOLETO è rimasta esclusa e snobbata dalla provincia e dalla regione. A mio avviso occorre.....
    Simo 2018-09-13 13:58:27
    Ma PRENDEREMO il 35% dello stipendio