Spoleto verso il voto, il Partito Comunista: “rinunciamo a presentare i nostri candidati”

  • Letto 429
  • (DMN) Spoleto – chi tiene la bocca ermeticamente sigillata, chi esce allo scoperto in via ‘ufficiosa’, chi é ancora in ‘conclave’ e chi rinuncia. É questa la situazione degli schieramenti politici, singoli e coalizioni, che si preparano ad affrontare la campagna elettorale in vista del voto amministrativo del 10 giugno prossimo.

    Tra questi c’è il  Partito Comunista spoletino che “dopo una discussione franca e approfondita – si legge in una nota – ha deciso di non presentare i propri candidati a Spoleto per le prossime elezioni amministrative che si terranno a giugno.

    I risultati scaturiti dalle urne dopo le elezioni dello scorso 4 marzo ci hanno consegnato il quadro di una sinistra trascinata nella sconfitta dal tracollo del Partito Democratico, punito dall’elettorato per il tradimento delle classi popolari che ha portato avanti negli ultimi decenni. Anche quelle forze politiche, come il Partito Comunista, che si pongono in netta e insanabile contrapposizione con le politiche di cui il Partito Democratico si è fatto portatore sono state travolte da questa valanga.

    In questo contesto, crediamo che il risultato ottenuto a Spoleto, per quanto esiguo, sia testimonianza di un radicamento in crescita del Partito Comunista nella città. Tuttavia non intendiamo illudere nessuno riguardo a un improbabile ingresso di nostri rappresentanti in Consiglio Comunale. Le elezioni sono solo uno fra gli strumenti per affermare la presenza del nostro Partito, per comunicare i nostri programmi a una platea più ampia e intercettare il consenso delle classi popolari attorno ad essi, ma in questa fase riteniamo prioritario lavorare al consolidamento della nostra presenza a Spoleto. Il nostro obbiettivo è trasformare i voti ottenuti in sostenitori del Partito Comunista e di allargare la base di consenso attraverso altre forme di lotta che vadano al di là del momento elettorale.

    Siamo anche consci del fatto che risultati migliori si possono ottenere ponendo rimedio alla dispersione dei comunisti. Intendiamo quindi insistere sulla strada della ricerca dell’unità dei comunisti, rinnovando il nostro invito all’apertura di un dibattito serio volto a superare le divisioni e a ricostruire un forte Partito Comunista che possa radicarsi nel territorio e diventare punto di riferimento delle classi lavoratrici a Spoleto e nel nostro Paese“.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Roberta Privitera 2018-12-07 21:25:18
    In un pianeta al collasso a causa delle politiche energetiche sbagliate, se non folli, bisogna far sentire forte la voce.....
    Giuliano 2018-12-06 20:05:03
    Comune sindaco.. Consiglieri... Amministratori.. Dovete solo dire grazie a chi mette soldi. Tempo. Passione. Energia per lo spoleto calcio.. Venite.....
    Antonio Sbicca 2018-12-06 19:41:40
    Io mi domando con che criterio parlate voi del Comune i diretti interessati non vi vedete mai allo Stadio nessuno.....
    Fabrizio Cassoni 2018-11-17 06:43:23
    Ancora una volta la nostra SPOLETO è rimasta esclusa e snobbata dalla provincia e dalla regione. A mio avviso occorre.....
    Simo 2018-09-13 13:58:27
    Ma PRENDEREMO il 35% dello stipendio