Roma, 28 feb. (askanews) - Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo sanitario, i carabinieri del NAS di Pescara hanno denunciato un cittadino della provincia di Chieti accusato di esercizio abusivo della professione odontoiatrica: privo di ogni requisito professionale, quale la laurea e la conseguente iscrizione all’ordine, prestava cure ortodontiche in forma itinerante, viaggiando per le città d’Abruzzo a bordo di un autocarro con l’insegna pubblicitaria “SOS Dentiera”.

Attraverso un kit pronto all’uso poteva effettuare visite diagnostiche, trattamenti sanitari, anche di natura cruenta, riparazioni odontotecniche agli ignari “pazienti”. La Procura di Pescara, sulla scorta dei riscontri investigativi raccolti dai Carabinieri del Nas abruzzese, ha emesso un decreto di perquisizione locale e personale, eseguito presso l’abitazione del falso dentista, in un piccolo centro della provincia di Chieti. I militari hanno trovato, oltre al furgone, una struttura abusiva allestita nelle pertinenze dell’immobile, realizzata con pannelli in legno e cartongesso, al cui interno era stato allestito uno studio dentistico ed un laboratorio odontotecnico.

Sono stati sequestrati un riunito dentale, attrezzature odontoiatriche e vari medicinali, utilizzabili per prestare cure odontoiatriche, di esclusiva competenza medica, e realizzare accessori di esclusiva competenza odontotecnica, pur non avendo alcun titolo o abilitazione ad esercitare entrambe le professioni sanitarie.

Spoleto, chiusa una struttura residenziale per anziani

BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

Il Comune di Spoleto ha emesso l’ordinanza dopo il sopralluogo dei N.A.S.

A seguito del sopralluogo effettuato dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute N.A.S. di Perugia lo scorso 22 settembre, il Comune di Spoleto ha emesso un’ordinanza che dispone la chiusura della struttura residenziale “Villa Silvana” in località Molinaccio.

Il sopralluogo ispettivo ha, infatti, ampiamente accertato il potenziale pericolo per la salute pubblica.

L’ordinanza prevede anche, entro e non oltre 15 giorni dalla notifica della stessa, l’obbligo di assicurare la ricollocazione degli anziani, a cura dei famigliari più prossimi e sotto la supervisione del distretto socio sanitario di Spoleto.

Immagine da Internet

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Simo 2018-09-13 13:58:27
Ma PRENDEREMO il 35% dello stipendio
Simo 2018-09-13 13:56:43
Vorrei puntualizzare che non prendiamo uno stipendio con la decurtazione del 35% ma per faremo il 35% dello stipendio....la cosa.....
Francesco 2018-08-21 16:01:53
Sono molto dispiaciuto e faccio sentite condoglianze alla sua famiglia! Ho avuto la fortuna di essere alunno sia del Prof......
Spoletina 2018-08-05 00:59:33
Mi farebbe piacere conoscere come mai la richiesta si rivolga al Sindaco De Augustinus e alla Urbani considerato che il.....
Giovanni Battista Altieri 2018-07-21 16:32:18
Granatieri si nasce... Nonostante siano passati più di 20 anni, ho ancora...e x sempre... Il ❤️ Bianco Rosso..... Granatiere nel.....