IMG_20180313_104113

L’International Dance Competition di Spoleto, omaggia la figura del presidente onorario Alberto Testa

  • Letto 221
  • Testata_Due_Mondi_newsA dieci giorni dall’inizio della Settimana Internazionale della Danza e del Concorso Internazionale di danza Città di Spoleto che si terrà dal 18 al 24 marzo 2018 al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, vogliamo ricordare il Fondatore di questo prestigioso concorso: il Maestro Alberto Testa, oggi Presidente Onorario della Manifestazione.

    Sono davvero pochi nel mondo della danza a non sapere chi è Alberto Testa, danzatore, critico e storico del balletto, nato a Torino il 23 dicembre del 1922. Testa infatti è da considerarsi senza dubbio una delle massima autorità della danza  a livello internazionale.

    Oggi novantacinquenne il Maestro non testa a Spoletoha perso la sua vitalità, come il suo amore per la danza che ha studiato niente di meno che con il figlio di Enrico Cecchetti, Grazioso. Testa Iniziò infatti la carriera di danzatore esibendosi nei principali teatri italiani e stranieri sotto la guida di grandi maestri come Leonide Massine, Margarete Wallmann e Aurel Milloss, partecipando a numerosi festival come quelli del Maggio Musicale Fiorentino, della Sagra Musicale Umbra, del Festival di Salisburgo . Ma la carriera del danzatore non è quella che gli ha dato maggior fama, infatti è stato un ballerino e coreografo sui generis in quanto nel 1942 si laureò in lettere all’università di Torino con una dissertazione sulla danza.

    È stato la voce della danza del quotidiano La Repubblica, fin dalla fondazione del giornale, ed ha testa_boncompagnicollaborato con le principali enciclopedie e dizionari italiani e stranieri (Enciclopedia dello Spettacolo, Treccani, Larousse). Numerosi e preziosi i suoi articoli e saggi su programmi di sala e riviste specializzate come Danza & Danza, Tutto Danza, Coréographie e giornaledelladanza.com, autore di numerose pubblicazioni sull’argomento e in più duna occasione con la Casa Editrice Di Giacomo, con la quale ha pubblicato nel 2003 le sue Lezioni di Storia della Danza.

    Spoleto è un punto fermo nella sua vita in quanto ha seguito il Festival dei Due Mondi dal 1958, anno in cui ebbe inizio sotto la geniale direzione di Giancarlo Menotti. A Spoleto Testa ha creato il Teatrino delle 7, divenuto poi delle 6, per comodità di orari, dove divideva lo spazio con grandi personalità, come Jerzy Grotowsky (edizione del 1967) e dal 1977 fino al 1988, organizzò la celebre Maratona di Danza al Festival dei Due Mondi. Poi nel 1991 è arrivato il Concorso Internazionale di Danza di Spoleto che lo ha visto Presidente di giuria e Direttore Artistico fino al 2012.

    Oltre al Concorso di Spoleto, Testa è stato fondatore e direttore artistico del Premio Positano per l’Arte della Danza, inaugurato nell’agosto del 1969 e successivamente, intitolato alla memoria di Leonide Massine. Dal 1969 è presidente del Premio Porselli Una vita per la Danza, nonché cofondatore e direttore del Centro Documentazione e Ricerca per la Danza di Torino.

    Il professor Testa, che dal 1963 ha insegnato Storia della Danza nell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, è anche Presidente Onorario del Giornaledelladanza.com diretto da Sara Zuccari.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Giuliano roselletti 2018-06-14 19:30:10
    Sarebbe bello poter tornate a lavorate ..grazie massimo brunini
    Massimo Brunini 2018-06-14 10:44:42
    Illustre sottosegretario , oltre l'apprezzamento x ciò che sta facendo x la Ex pozzi e gli operai , vorrei chiedere.....
    Valeria Formica 2018-05-03 12:06:39
    Brava Aleandra, condivido il tuo pensiero e volevo ricordare al sig.Fabiani che i COMUNISTI a Spoleto ci sono e sono.....
    Baruzzo Aleandra 2018-05-02 23:22:10
    Sig. Fabiani mi permetto di risponderle anche se sicuramente i miei termini saranno molto più terra terra del suo forbito.....
    Francesca Zuccari 2018-04-28 12:52:35
    Tutto questo grazie al Responsabile Marco Bartoli che ha reso tutto questo possibile! Grazie al suo impegno e alla voglia.....