La Ducato Calcio protagonista a Coverciano

  • Letto 268
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETOUna meravigliosa due giorni di calcio e solidarietà è andata in scena lo scorso fine settimana, nella splendida cornice del Centro Tecnico Federale di Coverciano, in occasione della X edizione del “Grassroots Festival”, grande festa delle Scuole Calcio d’Italia organizzata dalla FIGC.
    E la Ducato Calcio è stata ancora una volta presente e assoluta protagonista.
    Il presidente Michele Zicavo, con i dirigenti Matteo Restani e Davide Feliziani, insieme a Marco Pennacchi (Il Cerchio Spoleto) e Gianluca Ripani (responsabile FIGC per il Calcio Integrato) hanno accompagnato una rappresentativa gialloverdeblu di Calcio Integrato, composta da Esordienti 2005 e ragazzi diversamente abili, che ha partecipato ad un torneo dal sapore prettamente amichevole sui prestigiosi campi della Nazionale Italiana, riscuotendo grande consenso dai massimi dirigenti federali per l’organizzazione e la disciplina sportiva dimostrata fuori e dentro il campo.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Un altro grande riconoscimento, culminato nella consegna, come prima società in Italia, della nuova targa ufficiale “Scuola Calcio Élite”, che a breve sarà esposta presso i locali della casa della Ducato, adiacenti il campo Capitini di San Giacomo.

    IMG_20180620_165505

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    operaia 2019-03-13 14:41:19
    senza dubbio va alzato il livello della mobilitazione!
    Carlo Alberto Bussoni 2019-03-10 08:46:39
    Sanzionati "de che"'. C'è qualche possibilità che paghino anche un solo centesimo? Ed ancora..."è stato adottato il provvedimento del foglio.....
    Graziano evangelisti 2019-02-27 00:24:18
    prendo
    Moreno Angeli 2019-02-25 17:24:17
    Rip uomo buono e onesto .A Daniela e figli le mie più sentite condoglianze
    Carlo Alberto Bussoni 2019-02-25 09:34:40
    Nooo! Sentite condoglianze alla famiglia (per quello che possono servire). Comunque era originario della parrocchia di san Filippo.